In occasione della giornata nazionale di volontariato ambientale promossa da Legambiente, “Spiagge e fondali puliti 2017”, domenica 28 maggio, il circolo Legambiente Nebrodi, le associazioni SakBe di Brolo e Quajetri di Capo d’Orlando, in collaborazione con il comune di Naso, organizzano una giornata di volontariato ambientale per la pulizia della “Spiaggia delle Tartarughe di Ponte Naso”.
A partire dalle 9.00, dunque, l’appuntamento sarà sulla spiaggia di Ponte Naso e sacchi e guanti alla mano si procederà alla pulizia dell’intero tratto. A tutti i partecipanti sarà consegnato un kit con tutto il necessario per la raccolta dei rifiuti.

Un nuovo evento dedicato alla prevenzione è in programma per il prossimo 30 maggio a Ficarra. Nei locali del centro anziani di via Logge a partire dalle 15.00 sarà possibile effettuare gratuitamente l’esame del fundus oculi, fondamentale controllo periodico allorquando si è affetti da patologie generali come il diabete mellito, l’ipertensione arteriosa, le malattie reumatologiche, i tumori.
Per poter partecipare sarà necessario fornire la propria adesione, entro il termine ultimo di giorno 29 maggio, e fino all’esaurimento dei posti disponibili, chiamando i numeri 0941. 582666/ 3494485834

Il gip di Palermo ha accolto la richiesta dei sostituti procuratori di Palermo Maurizio Agnello, Sergio Demontis e Luca Battinieri e ha archiviato le posizioni di 45 deputati ed ex capigruppo all’Ars coinvolti nell’inchiesta sulle cosiddette spese pazze all’Assemblea regionale siciliane nella precedente legislatura (dal 2008 al 2012). I deputati hanno dichiarato di aver speso i soldi dei gruppi parlamentari per finalità politiche e istituzionali. In alcuni casi non è stato dimostrato, ma non è stato riscontrato dolo. Escono dall’inchiesta l’attuale presidente dell’Assemblea Giovanni Ardizzone, l’ex presidente della Regione Raffaele Lombardo e l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici. Altre 18 posizioni erano state archiviate nel mese scorso.

“E’ stata un’edizione di ottimo livello quella di quest’anno della Fiera, nonostante la riduzione di spazi espositivi a causa dell’inagibilità di una parte del lungomare e, per il maltempo, che, il secondo giorno, ha costretto i commercianti a smontare con largo anticipo le proprie bancarelle”. A dichiararlo è il sindaco di Sant’Agata Militello Carmelo Sottile, a poche ore dalla chiusura dell’edizione primaverile della Fiera storica.
“Sabato si è registrato un grande afflusso di visitatori, provenienti da tutto l’hinterland dei Nebrodi ed incoraggiati da una splendida giornata di sole e con temperature gradevoli. Consistente la presenza di visitatori anche il venerdì quando la fiera era già quasi completamente montata. Domenica invece, fin dalla tarda mattinata, la pioggia ed il vento hanno costretto vari commercianti a ritirare le proprie merci ed a smontare anzitempo le bancarelle per rientrare nei luoghi di provenienza. Per quelli rimasti, l’attività è ripresa nel pomeriggio, quando è spuntato un timido sole”.

Gli studenti dell’Istituto Tecnico “Torricelli” di Sant’Agata Militello sono stati in visita oggi presso la sede dell’Ufficio Circondariale Marittimo della Guardia Costiera di Sant’Agata. Ad accogliere gli studenti, una quarantina frequentanti il triennio trasporti e logistica, accompagnati dai docenti Barbagiovanni, Battaglia, Raimondo e Ferrara, erano presenti il Comandante Tenente di Vascello (CP) Giovanni Pigna e il suo personale militare.
La visita si inserisce nella tradizionale campagna di sensibilizzazione svolta dalla Guardia Costiera santagatese nei diversi istituti scolastici presenti sul territorio di giurisdizione, voluta dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto e dalla Direzione Marittima di Catania, al fine di diffondere la cultura del mare e trasmettere alle giovani generazioni l’importanza della salvaguardia della vita umana in mare, della sicurezza della navigazione, nonché della tutela dell’ambiente e dei suoi ecosistemi.
torricelli porto
Durante l’incontro sono stati illustrati i diversi compiti istituzionali espletati quotidianamente dal personale militare della Guardia Costiera in tutta l’area di giurisdizione che si estende per circa 100 km dalla foce del fiume Pollina ad ovest sino alla foce del torrente di Sant’Angelo di Brolo ad est, in cui ricadono tra l’altro 12 Comuni rivieraschi oltre quello santagatese. Quest’oggi è stata visitata anche la Sala Operativa, che coordina tutte le operazioni S.A.R. (Search and Rescue), di polizia marittima, della prevenzione e lotta agli inquinamenti marini e, più in generale, della vigilanza su tutte le attività che si svolgono in mare ed infine gli studenti hanno potuto visionare da vicino la dipendente motovedetta CP 566, a bordo della quale gli alunni hanno avuto la possibilità di visionare gli strumenti di cui è dotato il mezzo navale per l’espletamento delle suddette attività.

Il Sindaco della Città Metropolitana di Messina, Renato Accorinti, interviene sulla drammatica situazione che sta coinvolgendo tredici nuclei familiari che risiedono nelle case IACP di Fondaco Nuovo, frazione di Barcellona Pozzo di Gotto, che versano in notevoli difficoltà economiche e di salute.
Con una nota inviata al Prefetto di Messina, Francesca Ferrandino, il massimo rappresentante di Palazzo dei Leoni chiede che si proceda alla sospensione dei provvedimenti di sfratto in attesa di poter trovare una soluzione al problema. In tal senso sarà di rilievo l’intervento del Sindaco del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, Roberto Materia, per affrontare una realtà di disagio che coinvolge malati, disabili e bambini.

E’ in programma per questa sera l’incontro ufficiale con la delegazione della città californiana di Culver City guidata dal Sindaco Andrew Weissman. Il Presidente del Consiglio Comunale Carmelo Galipò, ha convocato l’assemblea cittadina in seduta straordinaria per le ore 18.30. La delegazione californiana è in città dalla settimana scorsa e in questi giorni ha avuto modo di visitare i luoghi più suggestivi di Capo d’Orlando e del suo comprensorio, oltre a prendere parte alla tre giorni di Little Sicily. In questo modo, Capo d’Orlando restituisce l’ospitalità ricevuta lo scorso settembre in California, in avvio dei contatti per il progetto di gemellaggio che le due città vogliono portare avanti.

I Carabinieri di Sant’Agata di Militello, impegnati sul territorio in attività di prevenzione e repressione dei reati, con particolare attenzione in occasione della Fiera Storica, nella mattinata di sabato 20 maggio, hanno tratto in arresto per tentato furto Maurizio Santoro 45enne e Antonino Scafidi 48enne, entrambi originari di Naso.
I due sono stati sorpresi in contrada Torrente Mangano a Capo d’Orlando, mentre erano intenti ad asportare materiale edile da un fabbricato in ristrutturazione. Successivi accertamenti hanno permesso di appurare che gli stessi si erano introdotti all’interno del fabbricato previa effrazione della recinzione perimetrale. Pertanto i Carabinieri li hanno arrestati per il reato, in concorso, di tentato furto aggravato. Informata l’Autorità Giudiziaria competente, i due uomini sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni, in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida presso il Tribunale di Patti.
Sempre nella mattinata di sabato, i Carabinieri di Sant’Agata di Militello hanno anche eseguito un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Messina, nei confronti di Renzo Martino 23enne di Torrenova dovendo lo stesso espiare la pena residua di 1 anno e 4 mesi di reclusione poiché colpevole di ricettazione. L’arrestato, informata l’Autorità Giudiziaria competente, dopo le formalità di rito è stato tradotto presso l’Istituto Penitenziario per i Minorenni di Palermo.
Infine, nell’ambito dei predisposti controlli in occasione della fiera storica di Sant’Agata Militello gli stessi Carabinieri hanno tratto in arresto due cittadini senegalesi, Modou Gning 43enne e Lamin Salla 20enne, poiché resisi responsabili di resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale.
Fermati in via Regione Siciliana di Sant’Agata di Militello da personale della locale Polizia Municipale mentre erano intenti a vendere calzature e borse verosimilmente contraffatte, i due uomini si sono rifiutati di fornire le proprie generalità iniziando ad inveire contro i pubblici ufficiali. Successivamente per sottrarsi al controllo, si sono scagliati fisicamente contro gli operatori.
Gli arrestati, informata l’Autorità Giudiziaria competente, sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Sant’Agata di Militello in attesa dell’udienza di convalida presso il Tribunale di Patti.

Lo spettacolo del comico Giovanni Cacioppo accompagnato dal gruppo “La Soluzione” ha chiuso la tre giorni della sesta edizione di Little Sicily, vetrina dedicata alle eccellenze della nostra regione. Migliaia i visitatori che nel week end hanno affollato il centro di Capo d’Orlando per visitare gli stand espositivi degustando i prodotti tipici e ammirando le produzioni d’artigianato siciliano. La Sicilia che eccelle ancora una volta ha riscosso un notevole successo anche grazie ai tanti spettacoli ed eventi di intrattenimento pensati per grandi e piccini.
Arte, cultura, musica, folklore, teatro, artigianato, prodotti tipici e cabaret, il tutto in un ricchissimo calendario di iniziative messo a punto ancora una volta dall’assessore Rosario Milone, ideatore e anima di Little Sicily. Anche Radio Italia Anni 60 Me è stata protagonista della tre giorni raccontando la manifestazione attraverso le dirette radiofoniche e le interviste con gli ospiti.

I carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto hanno arrestato per furto aggravato ai danni del patrimonio indisponibile dello Stato un bracconiere. L’uomo, Francesco Bilardo, classe ’75, catturava cardellini con delle reti. L’arresto giunge al termine di una complessa attività investigativa avviata dai Carabinieri di Falcone a seguito di informazioni raccolte sul territorio e di segnalazioni provenienti da varie Associazioni Ambientaliste relative al fenomeno del bracconaggio di specie protette diffuso nelle Riserva naturale dei laghetti Marinello e nelle zone limitrofe.
I carabinieri si sono appostati per ore lungo il greto del fiume allo scopo di individuare e cogliere in flagranza soggetti che si dedicano a tali attività illecite. Un artificioso sistema di cattura costituito da gabbie e reti rette da aste di alegno e picchetti di ferro che le ancoravano al suolo, il tutto occultato da mazzi di piante di Cardo utilizzate al fine di simulare un ambiente naturale per attrarre la fauna selvatica. Ad attirare le prede vi erano tre cardellini in gabbia e uno legato ad un ramoscello con un anello di plastica posizionato al centro della rete. L’uomo, nascosto dietro la vegetazione, azionava il dispositivo realizzato per la cattura tirando una corda che azionava le reti appositamente predisposte. Il richiamo irresistibile dei 4 cardellini in gabbia ha permesso all’uomo di catturare altri 6 esemplari, rinvenuti dai Carabinieri all’interno di una gabbia di legno.
Gli uccelli catturati sono stati liberati, mentre un’esemplare, ferito alla zampa, è stato affidato al centro di recupero fauna selvatica regionale dello sviluppo rurale e territoriale di Messina.
L’arrestato è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare su disposizione del Sost. Dott. Alessandro Lia della Procura della Repubblica di Patti.
La fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello stato e il cardellino è considerato specie protetta. Sia la cattura che la detenzione sono proibite dalla legge.

bar delle poste
griffe - shop

ULTIME NOTIZIE

In occasione della giornata nazionale di volontariato ambientale promossa da Legambiente, “Spiagge e fondali puliti 2017”, domenica 28 maggio, il circolo Legambiente Nebrodi, le...
web marketing festival
Radio Italia Anni 60
arasi autocenter
Conad
vendesi-affittasi a sant\'agata
mark