Basket, la Betaland rischiatutto a Torino

    198

    CAPO D’ORLANDO Con al seguito un centinaio di tifosi la Betaland affronta la trasferta di Torino, inedita per la serie A ma con due precedenti favorevoli di due stagioni fa in Gold. Un’ottava giornata chiave per i paladini, sempre incerottati per i forfait di Stojanovic e Ilievski, precipitati a due sole lunghezze dall’affollata ultima posizione che occupano anche i rivali odierni, in una classifica peraltro ancora cortissima, per colpa di tre ko che, se non interrotti oggi, potrebbero costar cari a coach Giulio Griccioli nonostante le scontate difese societarie. Un segnale che qualcosa all’interno non va il fatto che, dopo aver affrontato i giornalisti una settimana prima da solo e fornito risposte caustiche nel post Cremona, per la prima volta da quando allena a Capo d’Orlando il tecnico toscano ha presentato la gara della domenica non nella sala stampa “Daniele Di Noto” del “PalaFantozzi” ma direttamente con un video postato su Youtube, con accanto l’addetto stampa della società Sebastiano Ilardi. Insomma il momento è critico anche se l’atmosfera è buona e c’è fiducia. “Abbiamo lavorato bene, ce la faremo” afferma convinto sorridendo il playmaker Tommaso Laquintana (è il giocatore che commette più falli, 3.9, in serie A (il torinese Ivanov è invece quello che ne subisce di più con 7.1 di media), alla vigilia della partenza per il Piemonte, prima di un poker di match difficili, compreso il successivo nel posticipo del 30 in casa contro i campioni d’Italia di Sassari che hanno appena clamorosamente esonerato l’ex paladino Meo Sacchetti, artefice del miracolo dei sardi, sostituendolo con l’ex barcellonese Marco Calvani quasi a volersi ridimensionare. “Quella contro Torino sarà per noi una partita importante – dichiara Griccioli – abbiamo voglia di riscatto perchè abbiamo giocato delle gare anche piuttosto bene, ma le abbiamo perse subendo soltanto nell’ultimo quarto. Dobbiamo cercare adesso di trovare energia e buona continuità di gioco per tutti i 40′. Faremo fronte ancora all’assenza di Vlado Ilievski, che sta procedendo bene nel recupero, la sua è un’assenza importante, ma cercheremo di ovviarne al meglio. Anche Stojanovic è in via di recupero, appena pronto potrà darci una mano. Ma oggi pensare troppo a chi manca non serve, vogliamo provare a portare via i due punti dal PalaRuffini con energia e voglia. Poi ci auguriamo e speriamo che dalla settimana prossima si possa essere al completo”. La Betaland Capo d’Orlando troverà una Torino in salute, galvanizzata dalla vittoria casalinga nella scorsa giornata di campionato con l’Olimpia Milano. “Hanno compiuto l’impresa di vincere con Milano – continua il coach senese -, sono una buona squadra che ha giocatori d’esperienza e di grande impatto fisico e atletico, non sappiamo ancora con certezza con che giocatori affronteranno il match visto che stanno tentando di recuperare Ndudi Ebi e DJ White, ma noi dobbiamo prima di tutto guardare in casa nostra. Ci stiamo preparando per una battaglia in un parquet come il PalaRuffini e in un ambiente che ha adesso acquistato fiducia, ma daremo il massimo come in ogni circostanza, stiamo facendo bene giorno per giorno in settimana e il lavoro alla fine pagherà”.

    2 allegati