Gioiosa Marea: “Perchè pagare per ballare all’auditorium se i locali sono concessi...

    Gioiosa Marea: “Perchè pagare per ballare all’auditorium se i locali sono concessi a titolo gratuito?”

    Va bene le serate danzanti all’auditorium comunale, ma perché l’ingresso a pagamento se i locali sono concessi a titolo gratuito? Lo chiedono i consiglieri comunali di minoranza di Gioiosa Marea Eduardo Spinella, Antonino Currò, Daniela Spinella e Maria Maio che hanno inviato una richiesta di chiarimenti al segretario comunale. Nella delibera di concessione dei locali per lo svolgimento delle serate danzanti di carnevale viene specificato che gli stessi sono concessi a titolo gratuito, ma – scrivono i consiglieri – siamo venuti a conoscenza, tramite locandine pubblicitarie diffuse sui Social e tramite segnalazione di molti cittadini, della istituzione del pagamento di un ticket di ingresso per le serate danzanti indicate, mai previsto negli anni scorsi, di 5 euro. Per questo i consiglieri chiedono “se con la procedura utilizzata per concedere i locali dell’auditorium a soggetto privato e a titolo gratuito è legittimo chiedere ai cittadini di pagare un ticket d’ingresso per poter prendere parte alle serate, visto che i cittadini (tramite l’Ente) provvedono al pagamento delle utenze idriche ed elettrica oltre all’ordinaria manutenzione della struttura”.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis