“Giustizia lenta a causa degli organici ristretti”

    “Giustizia lenta a causa degli organici ristretti”

    “Il funzionamento della giustizia nel Distretto continua a registrare una situazione difficile a causa delle vacanze contingenti degli organici”. A dirlo il presidente della Corte d’appello di Messina Michele Galluccio in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario. “Esiste – prosegue Galuccio – una perdurante lentezza della macchina giudiziaria nel dare alla collettività le attese risposte di legalità. Ma c’è il dato positivo della produttività media dei magistrati del distretto che si colloca nella fascia più alta in Italia e si coniuga a quello relativo al numero dei procedimenti pendenti, in media, a carico di ciascun magistrato, che è, anch’esso, tra i più alti d’Italia, quale conseguenza del pesante arretrato”.
    “Il funzionamento della giustizia nel Distretto continua a registrare – prosegue – quindi, una situazione difficile a causa delle vacanze contingenti degli organici – in particolare presso i tribunali di Messina e Barcellona PG- nonché delle carenze strutturali; invero gli organici di primo grado sono stati oggetto di riduzione, mentre sono rimasti invariati quelli d’appello, in coerenza con la denunciata scelta di politica giudiziaria”.

    Condividi: