Nel centrodestra esce la Gullo ed entra la figlia di Formica. Sui...

    Nel centrodestra esce la Gullo ed entra la figlia di Formica. Sui Nebrodi Carmelo Lo Monte con la Lega

    A poco più di 48 ore dalla scadenza della presentazione delle liste, si delineano le candidature. Forza Italia e gli alleati di centrodestra stanno completando la copertura delle caselle, non senza malumori. Nel collegio uninominale Messina 1 (che comprende il capoluogo ed alcuni comuni nel versante tirrenico come Rometta e Villafranca, e del versante jonico fino a Roccalumera)lo scontro sarà, salvo colpi di scena, tra Matilde Siracusano (centrodestra), il rettore dell’Università Pietro Navarra (Pd), Francesco D’Uva (M5S) e Gabriele Siracusano (Liberi e Uguali). Nel collegio uninominale di Barcellona (che arriva fino a Capo d’Orlando sul versante ovest, ma tocca anche Taormina e Giardini Naxos), il centrodestra schiera Franco Rinaldi, cognato di Francantonio Genovese, mentre al plurinominale capolista sarà Stefania Prestigiacomo, seguita da Nino Germanà e Elisabetta Formica (figlia di Santi Fomica. Estromessa, quindi , il deputato uscente Mariella Gullo, in quota Genovese. Una composizione della lista che non piace a Tommaso Calderone, deputato regionale e recordman di preferenza nella zona di Barcellona che scrive su Facebook: “E’ quasi certo che saranno candidati, da una certa parte politica, candidati obiettivamente improponibili. Se dovesse accadere quello che temo vi voglio tutti con me. Sarà guerra, ovviamente elettorale, senza se e senza ma”.
    Forse la sorpresa principale è nel collegio uninominale dei Nebrodi, dove il centrodestra schiererà Carmelo Lo Monte, deputato da 3 mandati dopo essere stato all’Ars per 10 anni. Dopo aver cambiato diversi partiti, Lo Monte verrà candidato in quota Lega Nord – Noi con Salvini

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis