In migliaia sfilano a Milazzo contro l’inceneritore (le foto)

    In migliaia sfilano a Milazzo contro l’inceneritore (le foto)

    Oltre cinquemila persone (10mila secondo gli organizzatori) hanno manifestato ieri per le vie di Milazzo per dire no alla realizzazione di un termovalorizzatore nella valle del Mela. A guidare il corteo contro l’incenitore una schiera di sindaci, dalle Isole Eolie a Barcellona Pozzo di Gotto, a Messina. Lo slogan “Fuori dai polmoni” campeggiava in testa al corteo sostenuto dalle associaioni ambientaliste del territorio, da anni impegnate nella battaglia contro l’inquinamento. “Siamo in piazza per fare rispettare la volontà popolare: migliaia di cittadini della Valle del Mela hanno già detto No all’inceneritore”, ricorda Peppe Maimone, dell’associazione ambientalista, Adasc , citando il risultato del referendum di due anni fa che aveva visto la netta affermazione del “No” all’impianto.
    Gli organizzatori intendono proseguire adesso la lotta, proponendo un incontro dei Sindaci con Gentiloni, con un presidio popolare davanti Palazzo Chigi. “Dobbiamo lottare con ogni mezzo (che va dalla mobilitazione popolare alle azioni legali) contro la possibilità che il governo centrale conceda l’autorizzazione ambientale a questo eco-mostro che nessuno vuole. Pretendiamo – proseguono le associazioni – che il Presidente della Regione faccia propria questa battaglia. Dobbiamo sincerarci che un’eventuale richiesta di concessione edilizia venga respinta, così come previsto dalla legge, in quanto l’inceneritore è vietato dal Piano Paesaggistico dell’Ambito 9. Dobbiamo pretendere che il Piano Paesaggistico venga difeso dai numerosi ricorsi e che venga al più presto applicato e recepito nei vari Piani regolatori, in primo luogo dall’IRSAP (l’ente regionale che gestisce le aree industriali)”.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis