Acquedolci, gara di solidarietà per salvare il Carnevale

    Acquedolci, gara di solidarietà per salvare il Carnevale

    Mentre proseguono le indagini per risalire alle cause del rogo che ha gravemente danneggiato i carri che si preparavano a sfilare per la 50^ edizione del Carnevale di Acquedolci, si moltiplicano le iniziative di solidarietà. Stamattina i carristi, che si sono rimessi all’opera per salvare le sfilate, hanno ricevuto la visita di Alice Caioli, la giovane originaria di Acquedolci che sarà protaginista a Sanremo in occasione dello storico Festival della canzone italiana. Alice ha consegnato 1100 euro ai carristi per contribuire alla riparazione dei carri. I fondi raccolti dagli sponsor dovevano servire alla giovane cantante durante la sua esperienza sanremese, ma lei ha deciso di donarli ai carristi: “Li consegno con tutto il cuore. Loro di sicuro ne hanno più bisogno di me in questo momento”.
    Da oggi, poi, nel centro di Acquedolci è stato allestito uno stand per la raccolta fondi e la vendita delle magliette con la scritta #acquedolcinonsiferma. Il contributo verrà versato a favore dell’associazione carristi.
    La minoranza consiliare, in comunicato stampa si dice “disponibile nei confronti dell’Amministrazione, secondo le nostre possibilità”. I Consiglieri Salvatore Caputo, Maria Giambò, Antonio Longo e Giovanna Re confidano “nell’operato delle Forze dell’Ordine affinchè venga dissipato ogni dubbio ed effettivamente scoperta l’origine dell’incendio; eventuali responsabili dovranno essere posti innanzi alle loro responsabilità. In un momento di difficoltà, vediamo già i segnali della rinascita, la forza di sapersi rigenerare, dopo un incidente di percorso improvviso. Acquedolci è sopratutto questo e, prendendo esempio dal fusto della canna da zucchero tenuta in mano da Doroteo, si piega ma non si spezza, anzi si rafforza meglio di prima.”

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis