Igea Virtus e Pasquale Ferrara domenica da leoni

    Igea Virtus e Pasquale Ferrara domenica da leoni

    L’Igea Virtus batte 1-0 il Gela e sale in seconda posizione a quota 44 nel girone I di serie D che a causa del rallentamento della lepre Troina (0-0 a Roccella e 48 punti) sembra davvero riaperto per il primo posto che porta alla Legapro con la Vibonese (44 dopo il sorprendente 1-1 interno contro l’Acireale) e la stessa Nocerina (42) ancora in corsa. A meno 8 dai play-off l’Acr Messina che ha travolto 5-0 il Gelbison ma serve un miracolo per la post season.
    In Eccellenza, girone B, invece, dopo la Coppa Italia sfuma anche il primato per il Città S.Agata pur se mancano 10 giornate alla fine della regular season poichè il Città di Messina ha portato a 9 i punti di vantaggio sulla squadra di Bellinvia, raggiunta al terzo posto dallo Scordia e staccata di 3 lunghezze dal Biancavilla con il Pistunina che in coda ha fatto un prezioso passo avanti verso la salvezza battendo 2-0 il fanalino di coda Ragusa. Nel big match del 20° turno il cuore non è bastato, e ad aggiudicarsi i tre punti è stato il Camaro dell’ex col dente avvelenato Pasquale Ferrara, rilanciatosi in zona play-off. Per il Città S.Agata spiragli di recupero ancora ce ne sono, ma obiettivamente l’impresa adesso si fa molto più difficile. La squadra, il gruppo fin quando ci sarà la matematica che da speranza, continuea a crederci, se poi non dovesse andare bene, ci sono i play-off. Intanto tornando al match odierno, è stato condizionato dall’espulsione di Inferrera al 35′, che ha lasciato la squadra in inferiorità numerica. Nonostante questo, i ragazzi, ci hanno tentato, ma come dicevamo in apertura il cuore non è bastato. C’è da aggiungere, ma questa non vuole essere una giustificazione, ma un dato di fatto, che Privitera e compagni, arrivavano a questa gara con 120 minuti durissimi nelle gambe giocati mercoledì scorso. Infine è giusto sottolineare anche i meriti dei peloritani, che sono una buonissima squadra che ha segnato a cavallo dei due tempi fallendo con Ancione all’8′ il rigore dell’1-0.
    PROMOZIONE
    GIRONE B
    Pro Tonnarella-Gioiosa 0-2
    Real Finale-Santangiolese 2-2
    Sinagra-Villabate 1-0
    Acquedolcese-Geraci 0-3
    Città di Gangi-Stefanese 1-0
    Riposa: L’Iniziativa
    GIRONE C
    Atletico Fiumefreddo-Terme Vigliatore 1-0
    Città di Mascalucia-Gescal 0-1
    Lineri Misterbianco-Tirrenia 2-3
    Messana-Torregrotta 4-2
    Messina Sud-Giardini Naxos 0-4
    Jonica-Aci S.Antonio 3-0
    Merì-Real Rometta 0-0
    1^ CATEGORIA
    GIRONE C
    Orlandina-Sfarandina 0-0
    Treesse Brolo-San Basilio 2-1
    Castelluccese-Futura Brolo 5-3
    Due Torri-San Fratello 5-1
    Pettineo-Torrenovese 1-0
    Rocca-Acquedolci 0-1
    Umbertina-Proloco S.Ambrogio Cefalù 1-1
    GIRONE D
    Monforte S.Giorgio-Nuova Azzurra 0-3
    Montagnareale-Furnari 1-0
    Or.Sa.-Virtus Milazzo 0-3
    Saponara-Pro Falcone 0-2
    Milazzo Academy S.Pietro-Aquila Bafia 2-0
    Nuova Rinascita-Duilia 81 0-0
    Rodì Milici-Pro Mende 0-1
    GIRONE E
    Pisano-Atletico Messina 1-3
    Pompei-Città di Villafranca 0-1
    S.Domenica Vittoria-Aci Bonaccorsi 2-2
    Sporting Taormina-Acicatena 4-2
    Aci S.Filippo-S.Alessio 4-0
    Valdinisi-Randazzo 5-1
    2^ CATEGORIA
    GIRONE C
    Pgs Luce-Alcara 1-2
    Ludica Lipari-Saponarese 2-0
    Fondachelli-Città di Mistretta 1-0
    Nasitana-Juvenilia 3-1
    Stefano Catania-Tortorici 1-0
    Riposano: Rosmarino e Aluntina
    GIRONE D
    Nikeclub Giardini-Furci 1-0
    Robur-Giovanile Mascali 2-0
    Atletico Francavilla-Sporting Club Pasteria 2-0
    Antillese-Città di Roccalumera
    Fasport-Akron Savoca 4-1
    Limina-Itala 3-2
    Riposa: Fiumedinisi

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.