Arrestato un pastore per detenzione di esplosivi

    Arrestato un pastore per detenzione di esplosivi

    I Carabinieri della Stazione di Santa Lucia del Mela, nel pomeriggio di ieri, hanno arrestato in flagranza un pastore per detenzione illegale di esplosivi.
    L’attività è frutto di un articolato servizio mirato al contrasto della detenzione illegale di armi nelle località più remote del territorio della Stazione di Santa Lucia del Mela, con l’ausilio dei Carabinieri dello “Squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia”.
    In particolare i militari dell’Arma dopo un’attenta osservazione hanno localizzato in zona montana ed impervia, a più di un’ora di strada dal centro cittadino, un casolare rurale, in uso ad IMPALA’ Antonino, pastore di 54 anni; all’interno del quale, a seguito di mirata perquisizione,sono stati rinvenuti, abilmente occultati in una cassapanca chiusa a chiave, 3 ordigni esplosivi dal peso totale di circa 1.6 kg, artigianalmente confezionati e dotati di miccia a lenta combustione. Il potere detonante degli ordigni è stato avvertito per il forte boato dovuto alla deflagrazione dagli abitanti del vicino paeseallorquando, alle 16.30 successive,i militari del Nucleo Carabinieri Artificieri di Catania hanno fatto brillare l’esplosivo.Inoltre, durante la perquisizione, sono state rinvenute numerose cartucce per fucile cal. 12.
    Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri della Sezione Rilievi del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Messina per svolgere rilievi tecnici. Una modica quantità di polvere pirica contenuta negli ordigni è stata sequestrata e sarà trasmessa ai competenti laboratori del RIS di Messina per gli esami tecnici al fine di stabilirne la composizione chimica e verificarne l’eventuale ulteriore impiego in altre circostanze.
    L’arrestato al termine delle formalità di rito è stato associato presso la casa circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis