L’Orlandina fa 13 in negativo ma con Reggio Emilia bisogna fermare l’emorragia...

    L’Orlandina fa 13 in negativo ma con Reggio Emilia bisogna fermare l’emorragia di ko

    La trasferta di Ludwigsburg chiude l’avventura europea della SikeliArchivi Capo d’Orlando, battuta 86-61 dai padroni di casa. I paladini non avevano a disposizione Engin Atsur (proprio ieri diventato papà di Felip all’ospedale di Patti, auguri!) ed Eric Maynor, che si è infortunato alla caviglia destra domenica a Milano. La gara è stata in equilibrio per i primi 8 minuti (fino al 12 pari), poi il tasso tecnico e la fisicità dei tedeschi (oltre che una rotazione evidentemente più lunga) sono venuti fuori. L’MHP Riesen centra la vittoria numero 12 in 14 gare, chiudendo al secondo posto dietro ai campioni in carica di Tenerife per via della differenza canestri. Una gara che non aveva molto da dire a livello di classifica per gli orlandini, che hanno pero’ avuto ottime cose da Luca Campani (12 punti e 6 rimbalzi in 23 minuti) e Denis Ikovlev, tornato a essere efficace in attacco dopo qualche partita decisamente opaca. I ragazzi rientreranno stasera per pensare all’importantissima gara interna di domenica in campionato contro la Grissin Bon Reggio Emilia, a sua volta qualificata da prima nel suo girone di Eurocup.
    Gennaro Di Carlo (Allenatore SikeliArchivi Capo d’Orlando): “È stata una partita complicata, in alcuni momenti abbiamo sofferto la loro pressione a tutto campo. Non siamo stati squadra per tutta la partita, specialmente nei momenti in cui Ludwigsburg è stata molto aggressiva. Di positivo, però, c’è che abbiamo ritrovato un po’ di energia in campo. Abbiamo perso di 25 punti, ma credo fosse importante ritrovare un’identità e, come detto, la giusta energia, questa sera maggiore rispetto alle ultime partite. Veniamo da un momento difficile e passo dopo passo stiamo tentando di ritornare la squadra che eravamo qualche settimana fa”.
    MHP Riesen Ludwigsburg – SikeliArchivi Capo d’Orlando 86-61 (17-12; 46-30; 66-42)
    MHP Riesen Ludwigsburg: Walkup 20 (4/6, 3/9, 3/3 tl), Johnson 7 (2/4, 1/1, 0/1 tl), McCray 2 (1/1), Sears 6 (3/6), Geske (0/2 da tre), Peter-McNeilly 2 (1/2, 0/4), Koch 7 (2/3, 1/5, 0/1 tl), Herzog (0/1 da tre), Seric 3 (1/2, 1/2 tl), Waleskowski 3 (0/3, 1/2), Cook 26 (8/11, 2/7, 4/4 tl), Trice 10 (1/3, 2/6, 2/3 tl). All: Patrick
    SikeliArchivi Capo d’Orlando: Alibegovic 6 (0/1, 2/4), Ihring 8 (0/3, 1/3, 5/7 tl), Kulboka 2 (0/2, 0/1, 2/2 tl), Laganà, Delas 10 (4/7, 2/3 tl), Campani 12 (2/4, 0/1, 8/11 tl), Wojciechowski, Faust 8 (2/4, 0/3, 4/4 tl), Stojanovic (0/4, 0/3), Ikovlev 15 (2/2, 3/4, 2/2 tl), Donda ne. All: Di Carlo

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.