Capo d’Orlando, interrogazione sul “Carnevale Siciliano”

    Capo d’Orlando, interrogazione sul “Carnevale Siciliano”

    La minoranza consiliare di Capo d’Orlando chiede conto delle spese dettagliate sostenute per l’organizzazione del “Carnevale Siciliano 2018”. In una interrogazione, Gaetano Gemmellaro, Sandro Gazia, Gaetano Sanfilippo Scimonella, Daniela Trifilò, Salvatore Alessio Micale e Angiolella Bottaro sottolineano come alcune voci di spesa risultino “poco dettagliate” rispetto alla delibera che complessivamente stanzia 11.794 euro per spettacoli e servizi. Da qui la richiesta di conoscere “l’importo esatto e le modalità di ripartizione del rimborso forfettario da corrispondere alle Associazioni che hanno aderito alla sfilata in maschera”, “l’elenco dettagliato con indicazione dei fornitori e del prezzo di acquisto, dei premi, dei servizi vari e della logistica, pari a 3.573 euro”. Infine, i consiglieri di minoranza chiedono al Sindaco se non ritenga opportuno, “nel rispetto di uno dei periodi più seri ed impegnativi dell’anno liturgico, posticipare la sfilata dei gruppi, magari organizzando la “festa di primavera…in maschera”. La sfilata di martedì grasso, per le cattive condizioni del tempo, è stata infatti posticipata a domenica 18 febbraio.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis