Messina, arrestati per truffa tre avvocati e un procacciatore d’affari

    Messina, arrestati per truffa tre avvocati e un procacciatore d’affari

    I carabinieri del Comando Provinciale di Messina, hanno eseguito un’ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale di Messina su richiesta della locale Procura, nei confronti di quattro persone (1 ex avvocato del foro di Messina radiato da quasi 14 anni, 2 avvocati del foro di Catania, 1 procacciatore di affari), ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata alla truffa. In pratica il promotore del sodalizio, spacciandosi per avvocato – pur essendo stato radiato dall’albo degli avvocati di Messina già dal 2004 – attraverso un’associazione di tutela dei consumatori di rilevanza locale, con sede nel comune di Giardini Naxos, prospettava rapidi e pressoché sicuri successi nelle cause legali da intentare contro il Concessionario della Riscossione o gli Istituti Bancari a decine di persone che necessitavano di tutela legale poiché in gravi difficoltà debitorie con l’Erario o con Istituti di credito. Gli associati mettevano in atto una serie di truffe pressoché seriali, il cui tratto comune era dato da uno schematismo collaudato ed efficace nel portare ad incamerare “utilità”, consistenti in denaro contante o in assegni bancari corrisposti dai privati, a fronte di una parvenza di attività legale da espletarsi in favore di tali privati. L’attività non veniva in realtà posta in essere o veniva svolta solo formalmente e senza coltivare, coscientemente, utilmente e professionalmente, le cause loro affidate. I casi accertati, al momento, sono 15 ed hanno permesso di ottenere un vantaggio economico complessivo di circa 100mila euro per gli associati ma il danno cagionato ai truffati è stato di molto superiore. Le indagini sono tutt’ora in corso per individuare eventuali ulteriori persone truffate e, pertanto, si invitano le ulteriori vittime a rivolgersi ad una delle 93 Stazioni Carabinieri capillarmente dislocate sul territorio della Provincia per denunciare.

    Gli arrestati sono:
    VANARIA VINCENZO, 58enne di Giardini Naxos (ME),ex avvocato, promotore ed organizzatore dell’associazione a delinquere;
    PATERINI CARMELO, 56enne di Savoca (ME) con il ruolo di procacciatore delle vittime;
    TAVANO CINZIA, 48enne di Giardini Naxos, avvocato del foro di Catania, partecipe dell’associazione;
    RISIGLIONE DOMENICO, 60enne diMotta Sant’Anastasia (CT), avvocato del foro di Catania, partecipe dell’associazione.

    Condividi:
    giuseppe.spignola (at) anni60news.com Giuseppe Spignola, giornalista, autore, speaker e conduttore radio/tv. Sono da sempre un grande appassionato di musica, media, giornalismo e comunicazione. Già dalla giovane età (sono nato nel luglio del 1975), ho cominciato a frequentare il mondo della radio e dei media in generale, seguendone costantemente l’evoluzione tecnologica, aggiornandomi e facendo diventare la mia passione un vero e proprio lavoro che svolgo da professionista ormai da oltre vent’anni di cui quasi dieci in forza al gruppo Radio Italia con esperienze di lavoro anche in ambito nazionale presso la sede centrale di Milano del Gruppo. Dal 2010 organico di Radio Italia Anni 60 (Eventi Srl); dal 2012 iscritto all’Albo Nazionale dei Giornalisti nell’elenco Pubblicisti, sono redattore di anni60news.com, collaboro con il Giornale di Sicilia e con alcune emittenti televisive. Nella mia attività, organizzo e presento eventi di informazione, intrattenimento e varietà; il mio primo amore però è la radio dove curo e conduco ogni giorno il programma Anni 60 Magazine che si occupa anche di rubriche e interviste che faccio a vari personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, della politica e della società. Sono un cultore della musica e dello stile di vita degli anni 80; amo i motori: in particolare la Vespa e le auto. Nel tempo libero viaggio, ascolto, osservo, scrivo, leggo.