Soffia sempre il vento dell’est in casa Betaland: preso Likhodey

    Soffia sempre il vento dell’est in casa Betaland: preso Likhodey

    Dopo aver lasciato andare tre pedine (Delas a Varese, Alibegovic a Derthona e Ikovlev) e con una quarta (Ihring) da piazzare in prestito anche se non prima del rientro dell’infortunato Maynor, la Betaland ha messo a segno quello che dovrebbe essere il penultimo colpo della tormentata stagione 2017-2018, quella del debutto europeo ma pure dell’attuale striscia nerissima di 14 ko tra serie A (8) e Champions League. Infatti la società paladina ha ingaggiato fino alla fine della stagione Valery Likhodey, nato il 23 ottobre 1986 a Rostov (Russia), proveniente dalla formazione lituana del Nevezis. Giocatore di grande esperienza internazionale, in carriera ha portato anche i colori del CSKA Mosca, Samara, Triumph Lyubertsy, Spartak San Pietroburgo, Lokomotiv Kuban, UNICS Kazan e Khimki. In questa stagione le sue cifre parlano di 10.8 punti, 4.9 rimbalzi, 2.4 assist con il 44.4% da tre punti in 29.5 minuti di media nel campionato lituano (Betsafe-LKL), 14.2 punti, 5.3 rimbalzi, 1.8 assist di media con il 46% da tre punti in 27.4 minuti in FIBA Europe Cup. Likhodey ha vinto la FIBA EuroCup Challenge nel 2007 (con Samara) e l’Eurocup nel 2013 (con il Lokomotiv Kuban) insieme all’ex orlandino Simas Jasaitis. noltre, nella stagione 2013-14 (con il Lokomotiv Kuban) è stato il miglior tiratore da tre punti dell’Eurolega con il 54.7% davanti a Bryce Taylor (51%), Sergio Rodriguez e Vitaly Fridzon (50%).
    Peppe Sindoni (Direttore Sportivo Orlandina Basket): “Con Likhodey aggiungiamo un giocatore di grande esperienza internazionale, la cui abilità balistica ci permetterà di innalzare sensibilmente la pericolosità offensiva della squadra per le ultime undici partite di campionato. Siamo molto contenti di aver chiuso quest’operazione, avevamo bisogno di un innesto che potesse dare fiducia al gruppo e l’abitudine di Valery di giocare ad alto livello risulterà determinante in questo finale di stagione che ci vede in lotta per un obiettivo fondamentale come la salvezza in Serie A”.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.