Lavori alla Scuola di Zappardino: botta e risposta tra Sindaco e minoranza

    Lavori alla Scuola di Zappardino: botta e risposta tra Sindaco e minoranza

    Con un’interrogazione, i consiglieri comunali di “Piraino Giovane e Solidale” Salvatore Cipriano, Nino Foti, Maria Teresa Maddalena e Pina Saggio, chiedono al Sindaco e all’Assessore delegato notizie sui lavori di manutenzione straordinaria della Scuola di Zappardino.
    Il finanziamento statale per l’adeguamento degli impianti alle norme di sicurezza e l’abbattimento delle barriere architettoniche della Scuola, che ammonta a oltre 790mila euro – ricordano i consiglieri – era stato ottenuto nel 2014. Tuttavia la stipula del contratto definitivo avvenne, dopo varie vicissitudini, solo il 9 giugno 2017.
    Nel novembre dell’anno scorso, visto l’imminente inizio dei lavori, l’Amministrazione ha disposto il trasferimento in altri locali delle attività didattiche della Scuola dell’Infanzia e della Scuola Primaria di Zappardino. I lavori avrebbe dovuto concludersi entro il 28 febbraio 2018.
    “Ma tra il dire e il fare – scrivono i consiglieri – si deve ancora individuare il professionista a cui affidare l’incarico di Direzione Lavori, Coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, Misure e Contabilità e per opportunità, il Comune decide di ricorrere alla procedura negoziata piuttosto che ad una gara ordinaria, con la consultazione di almeno 5 operatori/professionisti. Avviato l’iter amministrativo, con varie note ritualmente assunte al protocollo degli Enti interessati, il gruppo consiliare “Piraino Giovane e Solidale” ha evidenziato varie “anomalie procedurali”, in particolare relative alle modalità di individuazione dei 5 professionisti da consultare.
    Ad oggi nulla è dato sapere dell’espletamento della gara e dell’avvio dei lavori, tanto che la vicenda sta assumendo contorni inquietanti che, di fatto, mettono a rischio il finanziamento ottenuto e, peggio ancora, la messa in sicurezza di una struttura scolastica”.
    A tal proposito i consiglieri di “Piraino Giovane e Solidale” chiedono al sindaco di sapere “se è stato perfezionato il CIG relativo alla procedura negoziata disposta ai fini dell’individuazione del professionista a cui affidare l’incarico di Direzione Lavori previsti per la Scuola di Zappardino. In caso di negativo riscontro, se sono state irrogate sanzioni amministrative pecuniare da parte dell’ANAC e per quali ragioni si è agito in violazione del “Regolamento Istitutivo della Centrale Unica di Committenza – Disciplina e Funzionamento” nella scelta dei 5 operatori/professionisti da invitare ai fini dell’affidamento dell’incarico di direzione lavori. Ed ancora, alla luce del lasso di tempo trascorso dall’adozione del Provvedimento Sindacale n. 36 del 17/11/2017, qual è il concetto di “imminente avvio dei lavori” fatto proprio dal Sindaco ed entro quale data devono essere avviati i lavori al fine di scongiurare la revoca del finanziamento come accaduto per altri Comuni”.
    Ma, a stretto giro, è giunta la replica del Sindaco Maurizio Ruggeri che rasssicura sul mantenimento del finanziamento per i lavori della scuola.
    “Fino ad oggi il ritardo che si è accumulato c’è stato dall’aggiudicazione provvisoria alla stipula del contratto di appalto con la ditta che dovrà fare i lavori (sono passati due anni!). Il comune ha fatto tutto quello che doveva e che prevede la legge per il tipo di servizio da affidare (nomina della direzione dei lavori) – scrive Ruggeri – Il responsabile del procedimento (RUP) ha inviato tutta la documentazione già lo scorso novembre alla centrale unica di committenza (CUC) e la stessa è stata più volte sollecitata dal RUP a procedere ed espletare la gara. Per gli addetti ai lavori qualche giorno fa è scaduto il CIG che l’ufficio sta provvedendo a rifare e che comunicherà nuovamente alla CUC. Sentito il responsabile della CUC sono state date massime rassicurazioni che una volta in possesso della nuova documentazione si procederà speditamente ad espletare la gara”.

    Condividi: