“Tifosi dell’Orlandina vi adoro” le prime parole da capitan futuro

    “Tifosi dell’Orlandina vi adoro” le prime parole da capitan futuro

    Dopo l’annuncio del rinnovo contrattuale tra Orlandina Basket e Vojislav Stojanovic fino al 2020, ecco le parole del giocatore e del Direttore Sportivo Peppe Sindoni.
    Vojislav Stojanovic (Guardia Orlandina Basket): “Penso che questo rinnovo sia una buona cosa per entrambe le parti. Sono molto felice di essere qui, mi hanno proposto il rinnovo quando ero infortunato e questo per me ha significato tanto. Ho un ruolo importante qui e credo che il mio modo di giocare e di interpretare partite e allenamenti abbia aiutato il club a prendere questa decisione. Essere capitano oggi è difficile perché quando devi salvare la stagione giochi sempre delle ‘finali’. Ogni partita conta, spero che raggiungeremo il nostro obiettivo che è quello di giocare in Serie A anche l’anno prossimo. I tifosi li adoro, da loro prendo molta energia e per questo gioco sempre meglio in casa. Sono contento di essere importante per loro e di avere il loro sostegno”.
    Peppe Sindoni (Direttore Sportivo Orlandina Basket): “Questa è un’operazione che ci rende molto felici, è un matrimonio iniziato quando Voja aveva appena 18 anni. Abbiamo da subito pensato a un ruolo importante per lui, consapevoli delle sue abilità e del suo potenziale che in maniera molto rapida sta dimostrando di poter raggiungere, attraverso una crescita costante che non si è fermata nonostante gli infortuni. Siamo molto contenti perché questa operazione rappresenta appieno le ambizioni del club, oltre all’obiettivo primario che è quello di mantenere la Serie A guardiamo al futuro con rinnovato ottimismo. Siamo orgogliosi che Voja possa rivestire il ruolo di capitano perché crediamo che rappresenti pienamente il nostro spirito”.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.