L’autopsia conferma le cause naturali per la morte di Tiziano Granata

    L’autopsia conferma le cause naturali per la morte di Tiziano Granata

    L’autopsia eseguita su corpo di Tiziano Granata, il poliziotto in servizio al Commissariato di Sant’Agata Militello rinvenuto cadavere nella sua abitazione di Gliaca di Piraino, non ha rilevato elementi anomali. Il polizioto 40enne sarebbe quindi deceduto per cause naturali, anche se si rimane in attesa dell’esito dell’esame tossicologico. Intanto il corpo è stato restituito alla famiglia per le esequie. I funerali verranno celebrati domani alle 15 nella chiesa Maria Santissima di Lourdes a Gliaca di Piraino. E in coincidenza con la cerimonia funebre, a Piraino e Brolo è stato proclamato il lutto cittadino. I dubbi sulla morte di Granata erano aumentati dopo che il giorno successivo al ritrovamento del suo cadavere, al Papardo di messina era morto Rino Todaro, anch’egli poliziotto del commissariato di Sant’Agata Militello che aveva lavorayo insieme a Granata nelle indagini sulla mafia dei Nebrodi e sugli affari della macellazione clandestina. Domani si svolgerà l’autopsia sul corpo di Todaro.

    Condividi: