L’autopsia conferma: è stata una leucemia fulminante ad uccidere Rino Todaro

    L’autopsia conferma: è stata una leucemia fulminante ad uccidere Rino Todaro

    E’ stata una leucemia fulminante a provocare la morte di Rino Todaro, il 46enne poliziotto in servizio al Commissariato di Sant’Agata Militello, morto all’ospedale Papardo di Messina lo scorso 2 marzo. L’autopsia eseguita sul corpo di Todaro ha quindi fugato i dubbi sul decesso venuti a galla inevitabilmente visto che la morte era sopraggiunta 24 ore dopo quella di Tiziano Granata, che con Todaro collaborava nelle indagini sulla mafia dei Nebrodi e sulla macellazione clandestina. Su entrambi i cadaveri però è stato richiesto un esame tossicologico dei tessuti e del sangue, per escludere ogni dubbio residuo.
    Domani, mercoledì 7 marzo, alle 15 al Duomo di Sant’Agata di Militello verranno celebrati i funerali di Todaro, mentre ieri una grande folla ha preso parte alle esequie di Tiziano Granata, svolte nella chiesa di Maria SS di Lourdes a Gliaca di Piraino.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis