Basket, serie B: trasferte chiave per le tre sorelle provinciali

    Basket, serie B: trasferte chiave per le tre sorelle provinciali

    CAPO D’ORLANDO Dopo la pausa per la Coppa Italia, nel prossimo week-end tornano in campo le squadre della serie B, girone D, per le ultime sei giornate di regular season che assegneranno i posti nei play-off con relativa definizione della griglia, anche quella dei play-out, fatta salva l’unica retrocessione diretta che non dovrebbe “sfuggire” alla cenerentola Isernia. Smaltita la delusione di Fabriano per la co-capolista Barcellona c’è l’esigenza di fare 12 punti e sperare che Palestrina (stavolta di scena sul facile parquet di Battipaglia) non faccia altrettanto avendo la differenza canestri favorevole nella doppia sfida Intanto sabato alle 18 trasferta romana sponda Stella Azzurra (dirigono Balducci di Pordenone e Andretta di Udine) per i giallorossi che sembrano in calo e probabilmente non in grado di reggere fino in fondo l’urto con le corazzate del girone C contro cui si dovranno giocare la serie A2 nella post season. Lavora per raggiungerla la Costa d’Orlando, che domenica alle 18 sarà di scena a Venafro (designati Santilli di Recanati e Bertucciolli di Pesaro), match chiave per il possibile aggancio all’ottava posizione ora detenuta da Catanzaro che nell’anticipo andrà nella tana della Luiss Roma. La sosta si è rivelata utile per ricaricare le pile e tornare in forma fisicamente, come spiega Andrea Sorrentino: «La sosta ci è servita – ammette la guardia paladina -. Personalmente, ad Isernia sono sceso in campo con il tendine d’achille in fiamme. Ho stretto i denti ma ne è valsa la pena. Staccare la spina ogni tanto fa bene, in particolare per una squadra come la nostra che affronta continuamente viaggi molto lunghi. Adesso andiamo a Venafro consapevoli dell’importanza della partita. Una vittoria, magari ribaltando anche la differenza canestri, chiuderebbe il discorso salvezza e ci potrebbe aprire le porte dell’ottavo posto”. Infine il Patti sarà di scena a Cagliari (arbitri Venturini di Pisa e Charugi di Lucca) per un possibile antipasto play-out.

    Condividi:
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.