“Sicily North Coast”: una rete di imprenditori privati per il rilancio turistico

    “Sicily North Coast”: una rete di imprenditori privati per il rilancio turistico

    “Un caffè per il mio paese nel mondo al giorno”: questo lo slogan con cui è stata lanciata l’iniziativa veicolerà l’immagine di Capo d’Orlando tra le località più belle del pianeta.
    Si tratta di una rete di imprese che alcuni imprenditori stanno per fondare tramite una Fondazione Partecipata. Dieci gli imprenditori che hanno già aderito all’iniziativa e fanno parte della costituenda associazione.
    Il progetto si chiama “Sicily North Coast” ed ha lo scopo di pubblicizzare nel mondo proprio l’intera costa nord della Sicilia e non solo Capo d’Orlando. Nessuna dipendenza dalle istituzioni e dal “pubblico”, questa una delle prerogative della Fondazione Partecipata che lascia ai privati oneri ed onori. Saranno dunque i privati a sostenere la stessa Fondazione Partecipata con una quota giornaliera di 1 euro (il costo di un caffè) versato ogni giorno a prescindere dal fatturato dell’azienda. Del progetto guidato dal presidente di “Mare d’Amare” Carlos Vinci fa parte anche il Marina di Capo d’Orlando ed altri imprenditori quali Dario Gugliotta, Giuseppe Caccetta, Calogero Ricciardello, Giuseppe Mangano e Carmelo Sonsogno.
    “Il progetto “Sicily North Coast” – spiega Carlos Vinci – propone un’esperienza di viaggio in comune, unica e irripetibile, pensata con il cuore da gente esperta che conosce bene il proprio territorio, anticipandone i desideri degli ospiti. Sono i privati che offrono un’unica destinazione, i Nebrodi e la fascia costiera, per esperienze capaci di coniugare le diverse istanze: il mare, le tradizioni, la cultura». Ma lo scopo è anche un altro e cioè «destagionalizzare il flusso turistico con il finanziamento di una nuova comunicazione virtuale». La vetrina virtuale finanziata dal progetto dovrà utilizzare i più importanti motori di ricerca mondiali per presentare una preziosa mappa degli hotel e ville più accoglienti, dei migliori ristoranti ed escursioni, dei prodotti tipici, delle boutique più ricercate e dei luoghi amici, dove l’ospite è riconosciuto e considerato. Ventaglio di proposte diverse e alternative ai più noti circuiti, anche attraverso una card”.

    Condividi: