Conad premia l’Orlandina basket con una borsa di sport

Conad premia l’Orlandina basket con una borsa di sport

Sabato sera, nel corso dell’intervallo della gara tra Betaland Capo d’Orlando e Germani Basket Brescia, l’Orlandina basket ha ricevuto una borsa di sport del valore di 1.000 euro da parte di Conad Sicilia: una donazione destinata al settore giovanile, per la fornitura di materiali e attrezzature che contribuiscano a migliorare le condizioni di allenamento e sviluppo dei più giovani. Nella foto, il direttore marketing Giovanni Russo e per rappresentare Conad Massimo Rosella con Valentino Frenis. Conad, già title partner della Conad School Cup organizzata da Orlandina Basket Academy, con questo contributo dimostra ancora di puntare molto sul valore sociale dello sport per i ragazzi e per il territorio. “Siamo molto contenti della partnership con Conad e lo siamo altrettanto dell’attenzione che un marchio così importante ripone sui più giovani”, dice il direttore generale dell’Orlandina Basket Francesco Venza. “Allo sviluppo del settore giovanile, a partire dal minibasket, il nostro club dà la gusta e doverosa attenzione e il contributo di Conad va esattamente in questa direzione”. “Per Conad la responsabilità sociale è attenzione per il territorio e per le persone che lo vivono”. Lo dice Vittorio Troia, direttore generale CFO Conad Sicilia. “Per questo sosteniamo le manifestazioni e tutte le eccellenze sportive siciliane per contribuire concretamente alla crescita dei piccoli campioni. Con il nostro contributo – conclude Troia – la Società potrà acquistare delle attrezzature sportive per il minibasket e migliorare la pratica sportiva delle giovani leve”.

Condividi:
claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.