Basket, serie B: Barcellona sogna il primato, Costa addio al sogno play-off

    Basket, serie B: Barcellona sogna il primato, Costa addio al sogno play-off

    Nella penultima giornata del girone D di serie B che ha fatto registrare l’ennesimo ko del Patti (nel play-out sfiderà Venafro), Barcellona vince anche contro la Virtus Arechi Salerno e chiude la stagione regolare mantenendo imbattuto il “PalAlberti”. Buonissima prestazione per i ragazzi di coach Massimo Friso che hanno dimostrato un buono stato di forma contro una quotatissima avversaria che nell’ultimo turno ospiterà Palestrina e potrebbe regalare ai giallorossi l’insperata pole position nei play-off visto che i laziali, battuti a domicilio da Catanzaro, sono stati agganciati da Barcellona in vetta.
    Basket Barcellona – Virtus Arechi Salerno 89-83 (26-18, 24-17, 20-24, 19-24)
    Basket Barcellona: Michael Teghini 20 (4/12, 4/4), Daniele Grilli 17 (2/4, 3/7), Giacomo Sereni 11 (5/6, 0/0), Luca Pedrazzani 11 (5/6, 0/0), Flavio Gay 8 (1/4, 2/7), Efe Idiaru 8 (2/3, 1/2), Luigi Brunetti 7 (1/2, 1/3), Fabio Stefanini 7 (1/3, 1/1), Andrea Mustacchio 0 (0/0, 0/0), Mattia Caroldi 0 (0/0, 0/0)
    Tiri liberi: 11 / 14 – Rimbalzi: 32 7 + 25 (Luigi Brunetti 8) – Assist: 21 (Michael Teghini, Daniele Grilli 5)
    Virtus Arechi Salerno: Massimiliano Sanna 22 (6/8, 2/6), Gianmarco Leggio 13 (6/7, 0/0), Paolo Paci 10 (5/12, 0/0), Marco Cucco 10 (3/3, 1/9), Federico Di Prampero 9 (3/4, 1/5), Daniel Datuowei 8 (1/4, 2/3), Onorio Petrazzuoli 7 (0/0, 1/2), Riccardo Bartolozzi 4 (2/2, 0/0), Marco Mennella 0 (0/0, 0/1), Stefano Saletti 0 (0/0, 0/0)
    Tiri liberi: 10 / 14 – Rimbalzi: 26 6 + 20 (Massimiliano Sanna 6) – Assist: 17 (Paolo Paci, Marco Cucco 5)
    Invece si infrangono su sfortuna e Luiss Roma i sogni play-off dell’Irritec Costa d’Orlando che si arrende 81-83 ai capitolini dopo una gara ricca di emozioni. Nonostante l’assenza di Pozzi, gli orlandini giocano un match splendido, sorretti anche da un meraviglioso tifo che però non è bastato ad avere la meglio dei forti romani. L’equilibrio regna sovrano ad inizio partita. Si vede un bel basket da entrambe le parti, con ritmi abbastanza sostenuti. Lentamente, però, nella seconda metà del periodo la Luiss comincia a prendere in mano le redini dell’incontro, soprattutto grazie ad un ispirato Veccia. La Costa si perde un po’ in attacco, al primo mini-intervallo è così 13-25 Roma. La seconda frazione si apre con la grande reazione dei ragazzi del presidente Giuffrè. Guidati da Sorrentino e Marinello, i paladini piazzano un parziale di 9-2 che significa 22-27 dopo soli 3’ di gioco, con coach Paccariè costretto al time-out. L’incontro diventa così ancora più intenso e le maglie difensive si stringono ulteriormente. Un tear drop di Marinello impatta il match sul 32-32 al 19’. Con un paio di guizzi, la Luiss riesce comunque a chiudere sopra 32-36 il primo tempo. L’avvio di ripresa dei paladini è molto convincente. Balic e Marinello fanno male dal perimetro ai romani, che colpiti più volte vanno in assoluta bambola dal punto di vista difensivo. I capitolini provano una timida reazione ma la Costa d’Orlando è reattiva e mette ancora il muso avanti. La ciliegina sulla torta arriva sulla sirena, con la gran bomba di capitan Marinello che vale il 60-53, chiudendo un parziale di 28-17 per i biancorossi nel quarto. Nell’ultimo periodo la partita diventa sempre più calda. La Luiss si affida ad uno straripante Bonaccorso e ad un esplosivo Marcon, i ragazzi di coach Condello giocano invece un’ottima pallacanestro corale. Roma va sul +4, una tripla di Forte significa -1 (70-71) a 4’ dalla fine. I romani tornano anche sul +6 ma la Costa è più che viva e si ritrova ancora avanti un paio di volte in un finale ricco di cambi di leadership. I paladini sembrano spuntarla con immenso cuore a pochi secondi dalla fine con un gran canestro di Balic (81-80). Roma è però fredda e una tripla di Faragalli restituisce il vantaggio (81-83) agli ospiti. L’ultimo tiro di Balic non va. La Luiss sbanca così il “PalaValenti” per 81-83 e continua la sua corsa al sesto posto. La Costa d’Orlando dice invece addio al sogno play-off ma a testa altissima, tra gli scroscianti applausi di un caldissimo pubblico che fino all’ultimo ha incitato i coraggiosi biancorossi, arrivati ad un soffio dalla post-season.
    Irritec Costa d’Orlando 81 Luiss Roma 83
    Irritec Costa d’Orlando: Ferrarotto ne, Marinello 17, Balic 20, Fort ne, Di Coste 8, Forte 11, Giglia ne, Triassi ne, Tabbi 5, Paunovic 6, Sorrentino A. 14, Munastra. Coach: Giuseppe Condello.
    Luiss Roma: Faragalli 9, Di Fonzo 2, Bristot, Sanguinetti, Gebbia ne, De Dominicis 8, Marcon 14, Bonaccorso 23, Martone 14, Beretta 2, Veccia 11, Sorrentino G. ne. Coach: Andrea Paccariè.
    Arbitri: Stefano Gallo di Monselice e Giulia Sartori di Arsiè.
    Parziali: 13-25; 32-36; 60-53; 81-83.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.