Botte e minacce alla madre, arrestato giovane messinese

    Botte e minacce alla madre, arrestato giovane messinese

    Un giovane messinese è finito agli arresti domiciliari per una drammatica storia di violenze fisiche e psicologiche. L’indagine è stata svolta dalla Squadra Mobile della Questura di Messina, coordinata dalla locale Procura della Repubblica, culminata con l’esecuzione dell’ordinanza della misura cautelare. Dai riscontri eseguiti è emersa la figura di un figlio vendicativo, minaccioso, non estraneo a comportamenti aggressivi e ritorsivi conseguenti, il più delle  volte, al mancato accoglimento delle continue richieste di denaro. Ogni “no” proferito dalla malcapitata era seguito da calci e pugni, da atti vandalici, da continue telefonate minatorie. Un clima di terrore che aveva portato la donna ad una sofferta accondiscendenza nel timore di ulteriori e più gravi conseguenze nonché ad incontrare il ragazzo in luoghi aperti piuttosto che tra le mura domestiche. E, poi, l’agguato preparato a seguito della denuncia sporta dopo l’ennesima minaccia. L’aveva attesa nascosto dietro l’ascensore, aveva cercato di strapparle le chiavi di mano, le aveva tappato la bocca per impedirle di gridare aiuto e stretto il braccio intorno al collo non prima di averle distrutto, gettandolo con forza a terra, il cellulare. Una storia di soprusi e violenze che, si spera, si concluda qui.

    Condividi: