Bellan oggi, Bruttini domani, per l’Orlandina 2018-2019

    Bellan oggi, Bruttini domani, per l’Orlandina 2018-2019

    Capo d’Orlando ha inaugurato il mercato senior con gli accordi con Simone Bellan e Davide Bruttini. La 22enne guardia, ex Casale Monferrato, ha stipulato un contratto biennale con l’Orlandina. Per il 31enne lungo ex Brescia e Treviso si tratta di un ritorno nel club nelle cui file aveva disputato la stagione 2007-08. Ora la società siciliana cerca un quattro che possa avvicinarsi a canestro: considerata, ma non ideale, l’ipotesi Dane Diliegro, 30enne lungo passaportato che nel 2017-18 ha totalizzato 12.8ppg e 8.2rpg a Forlì. Peraltro il club di via Beppe Alfano ha al momento ufficializzato solo l’accordo biennale con Simone Bellan, guardia-ala di 196 cm per 85 kg, nato a Palmanova (UD) l’8 febbraio 1996. Bellan cresce nell’Udine Basket Club, raggiungendo subito le Finali Nazionali con la categoria Under 15. Nel 2013 si trasferisce a Trento, dove con l’Aquila Basket è aggregato alla prima squadra che si qualifica ai playoff di Serie A e raggiunge la semifinale di Eurocup. Viene anche impiegato in doppio tesseramento, in Serie C Silver con il CUS Basket Trento, con cui realizza 22.1 punti in 27 partite venendo premiato con il titolo di MVP dell’All Star Game di categoria. Nel 2016 firma per Casale Monferrato (Serie A2) con cui disputa due stagioni dimostrando una grande crescita. Simone ha chiuso la stagione 2017/2018 con 4.1 punti e 3.2 rimbalzi in 17.8 minuti di media concludendo la regular season al primo posto nel Girone Ovest e venendo battuto solo in finale playoff dall’Alma Trieste. Queste le dichiarazioni del GM, Peppe Sindoni: «Siamo molto felici di avere inserito Simone. Puntiamo forte su un giocatore in grande ascesa, siamo convinti che possa avere un importante impatto difensivo fin da subito e accrescere la sua pericolosità offensiva durante questo biennio».

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.