Il Terme Vigliatore per la prima volta in Eccellenza, niente D per...

    Il Terme Vigliatore per la prima volta in Eccellenza, niente D per il Citta’ S.Agata

    Ripescaggio in serie D tramontato definitivamente per il Citta’ S.Agata che proprio oggi ha avuto la certezza di disputare nuovamente il prossimo campionato di Eccellenza dove, a sorpresa ma non del tutto a malincuore, è stata inserita nel girone A, unica messinese delle 6 totali al via. I biancoazzurri allenati da Antonio Venuto, che torna nel massimo torneo regionale dopo ben 12 anni, dovranno giocarsi la promozione diretta contro le formazioni palermitane, trapanesi e agrigentine, tra cui spicca una delle principali candidate al salto di categoria, il Licata. Nel girone B, invece, il Camaro è l’unico reduce della passata stagione e si sono aggiunte la Jonica, che ha vinto il torneo di Promozione, la Real Tirrenia, che ha rilevato il titolo del neopromosso tramite Coppa Italia, Real Rometta, la Ssd Milazzo dell’ex Pasquale Ferrara, ex Pistunina, e il ripescato Terme Vigliatore, per la prima volta al via nella sua storia in Eccellenza, sfumata sul campo dopo lo spareggio perso contro il Santa Croce Camerina. Il bomber gioiosano Tindaro Calabrese ed il centrocampista Chicco D’Anna i due big firmati dal presidente Stefano Barresi che ha finora condotto un’ottima campagna rafforzamento. Sempre nel gruppo B le formazioni catanesi, ragusane e siracusane.
    GIRONE A
    Alcamo, Caccamo, Canicatti, Castelbuono, Castellammare, Città di S.Agata, Cus Palermo, Dattilo, Geraci, Licata, Marsala 1912, Mazara, Mussomeli, Parmonval, Partinicaudace, Pro Favara.
    GIRONE B
    Atletico Catania, Biancavilla, Camaro, Catania San Pio X, Giarre, Jonica, Marina di Ragusa, Ssd Milazzo, Palazzolo, Paternò, Real Aci, Real Tirrenia, Santa Croce Camerina, Città di Scordia, Città di Rosolini, Terme Vigliatore.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.