Longi: Fava interroga sull’ineleggibilità del Sindaco Fabio

    Longi: Fava interroga sull’ineleggibilità del Sindaco Fabio

    Claudio Fava, deputato regionale del movimento regionale “Centopassi” all’Ars, ha resentato un’interrogazione parlamentare all’assessore regionale alle autonomie locali e alla funzione pubblica, Bernadette Grasso, in merito ai rilievi di ineleggibilità delSindaco di Longi Antonino Fabio e del presidente del consiglio Gaetano Russo.
    L’interrogazione prende spunto dalle denunce presentate dal consigliere Antonino Miceli appartenente al gruppo di minoranza “Longi casa comune”. Miceli sosteneva l’incadidabilità del sindaco Fabio in quanto fratello del presidente del consiglio di amministrazione della banca di credito cooperativo che gestiste la tesoreria comunale. Il Tribunale di patti in primo grado accolse l’accusa di Miceli e dichiarò decaduto per incompatibilità il sindaco Fabio.
    Adesso l’interrogazione di Claudio Fava vuole fare chiarezza, dal momento che la situazione sembrerebbe essere “in contrasto con le disposizioni di legge in merito alle cause di ineleggibilità”. L’onorevole Fava chiede di sapere, dunque, come l’assessorato voglia procedere in merito, dal momento che, ad oggi, gli uffici regionali sembra risultino sordi rispetto alle segnalazioni effettuate da alcuni consiglieri comunali sulle anomalie dovute all’incompatibilità.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis