Festa grande al Nuovo Circolo Tennis Capo del maestro Gasparo

    Festa grande al Nuovo Circolo Tennis Capo del maestro Gasparo

    Il sogno è diventato realta’ per il Nuovo Circolo Tennis Capo d’Orlando che a distanza di 21 anni dalla sua fondazione ha raggiunto la promozione della squadra nella massima serie regionale in serie C. Il traguardo è stato centrato a bocce ferme, anzi a racchette attaccate al chiodo, perchè è arrivato tramite sorteggio così come da regola della FIT, visto che erano giunte appaiate due squadre e la dea bendata ha favorito i paladini. “Auguro al Ct Curcuraci Messina dall’amico La Spada di raggiungerci prima possibile – le parole del maestro Salvatore Gasparo, anima del club orlandino – ma per noi è stato un premio comunque meritato. Abbiamo affrontato un percorso sempre spinti dalla voglia di fare a piccoli passi ogni giorno e la consapevolezza d’impegnarsi per migliorare. Durante questo percorso così come accade, ci sono emozioni continue, belle e meno belle, positive e negative. Per 23 giorni i miei occhi hanno visto sul campo il pallone pressostatico, che meraviglia non dormivo la notte dalla gioia, in un batter d’occhio è scomparso (spazzato via da una bufera di vento, ndc), magia in un senso e nell’altro, non sono un robot. Per evitare di andarmene in depressione perchè si trattava anche e soprattutti di sacrifici economici persi e sottratti alla mia splendida famiglia, ho ripreso ad allenarmi ogni giorno, per conquistare con orgoglio e dignità e felicità l’inarrestabile miglioramento. Grazie alla mia testa,a mia moglie Carmela Pittari che mi ha sempre aiutato ad avere il giusto equilibrio dandomi il bastone e la carota, al grande comune di Capo D’Orlando e tutti i cittadini, a Enzo Sindoni quale persona speciale nel comunicare emozioni forti e concrete , a Massimo Carrello grande persona, grazie alll’attuale Sindaco Franco Ingrillì ed all’assessore allo Sport Rosario Milone ed alla giunta, grazie ai dirigenti degli Istituti scolastici di Capo D’Orlando, ai Presidenti Roberto Branca, al Presidente regionale e collega Gabriele Palpacelli, al Dott. Antonio Genovese, a mio cugino Antonio Ricciardo che mi guarda dall’alto, ai genitori e ai miei allievi tutti, al Circolo tennis Brolo e il collega Carmelo Arasi, la nostra squadra Massimiliano Arena, Fabiano Triscari e Tindaro Amato, i giudici arbitri Pietro Cotruzzola, Melino Collorafi, Maurizio Riolo, mia sorella Rosamaria, Vittorio Augugliaro che bacchettandomi mi ha spronato finché in campo gli dimostrassi il meglio, ai miei amici, e tutti coloro che mi circondano anche da più lontano, perchè mi danno quel sorriso e serenità interiore che ti permette di affrontare ogni ostacolo e soprattutto di accettare alle volte che l’ostacolo possa non superarsi, a tutti coloro che ho citato prima, per avermi dato fiducia e possibilità nel poter trasferire i miei insegnamenti frutto della consapevolezza di un impegno quotidiano. Oggi amo condividere la promozione in serie C con voi tutti”.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis
    claudio.argiri (at) anni60news.com Direttore per amicizia con un contratto a vita fino a prova contraria, cerco di meritarmi il posto mettendoci un pizzico di bravura, serietà e tanta passione che mi derivano da oltre 20 anni di onorata carriera molto part time avendo, per fortuna e capacità, anche un altro impiego. Modestia a parte, il curriculum non è niente male, spaziando tra quotidiani, settimanali e chi più ne ha più ne metta, e va al di là dello sport che seguo da quando sono nato. Qui ci sto bene, per cui penso proprio che ci starò fino alla pensione, convinto che il progetto è molto valido e continueremo a raccogliere frutti sempre più copiosi. Nell'attesa Direttissima 60 che mi pregio di condurre sta diventando quasi maggiorenne e regala ogni qualvolta gioca le emozioni dell'Orlandina basket, e non solo. Da quest'anno conduco anche il contenitore del venerdi "Un calcio alla palla", storie, curiosità ed aneddoti del mondo pallonaro e dello sport in genere.