Sant’Agata: nuova interrogazione della minoranza sul cimitero

    Sant’Agata: nuova interrogazione della minoranza sul cimitero

    Una nuova interrogazione è stata presentata dai consiglieri di minoranza Giuseppe Puleo, Carmelo Sottile, Monica Brancatelli, Melinda Reecupero, Nunziatina Starvaggi, al sindaco di Sant’Agata Militello Bruno Mancuso.
    “Premesso che negli ultimi mesi numerosi familiari di persone decedute hanno lamentato l’assoluta mancanza di loculi cimiteriali ove dare degna sepoltura ai loro cari; che i parenti delle persone defunte, già affranti dalla perdita dei propri cari, si vedono ingiustamente costretti a garantire solo una sepoltura temporanea all’interno del cimitero comunale, o sotto terra o in loculi o tombe date in prestito da terze persone” e “considerato che nel 2014 l’amministrazione Sottile aveva consegnato un colombario ubicato nel nuovo cimitero, comprensivo, complessivamente, di 180 loculi, ed ha messo a bando, nel 2017, la concessione di aree cimiteriali per la realizzazione di cappelle gentilizie e tombe di famiglia, al fine di venire incontro alle numerosissime richieste dei privati e che sempre l’Amministrazione Sottile, aveva previsto la realizzazione di un blocco di loculi prefabbricati nella parte del nuovo Cimitero per risolvere l’emergenza dei loculi”.
    I consiglieri chiedono al sindaco “quali provvedimenti ha adottato, ad oggi, al fine di realizzare nuovi loculi al cimitero comunale ed arginare, così, l’emergenza”, “Come mai non si è dato corso al progetto predisposto dalla precedente amministrazione per la realizzazione di un blocco di loculi prefabbricati nella parte del nuovo Cimitero
    per risolvere la relativa emergenza” ed infine “Se intende portare avanti il suo programma elettorale privatizzando con un progetto di finanziamento (project financing) il civico cimitero”.

    Condividi:
    villa pacis
    villa pacis
    villa pacis