Home In primo piano L’Orlandina fara’ il pieno di tifosi contro Rieti nel big match di...

L’Orlandina fara’ il pieno di tifosi contro Rieti nel big match di serie A2

283

Procede a gonfie vele la prevendita per Benfapp Capo d’Orlando-Zeus Energy Group Rieti, gara della nona di ritorno del girone Ovest di A2, affidata a Brindisi di Torino, Caforio di Brindisi e Rudellat di Nuoro, con palla a due domenica alle 18 al PalaSikeliArchivi. Le due squadre occupano la seconda posizione a quota 30 punti dopo 23 turni ed a 7 dalla fine della regular season. “Siamo soddisfatti – dichiara il Direttore Marketing Giuseppe Lanfranchi – di come sta andando la prevendita. Giá nelle scorse settimane con la promozione per la gare di Casale-Rieti-Eurobasket abbiamo raccolto molte adesioni. Credo che per Capo d’Orlando sia giunto il momento di fare la differenza anche fuori dal campo”. Rieti ci arriva in piena crisi avendo perso clamorosamente il posticipo in casa contro Legnano, mentre, nell’altra sfida slittata, Scafati ha superato Biella, ricordando che la pausa è sempre un’incognita e che Treviso, battendo Roma, ha alzato la Coppa Italia di categoria a Porto San Giorgio. Sulla lotta all’unico posto diretto in A e sulla griglia play-off pende sempre la situazione Siena che prosegue gli allenamenti con soli giocatori in età giovanile – gli Under 20 primi in classifica in Toscana in vista della trasferta di domenica a Legnano che, a meno di improbabili pagamenti, sarà effettuata senza nessuno dei nove giocatori messi sotto contratto la scorsa estate (probabile invece che lo staff tecnico guidato da Paolo Moretti sia in panchina). Al momento nessun segnale di pagamento della rata FIP scaduta martedì, per evitare penalizzazioni c’è comunque tempo fino al 12 marzo mentre l’eventuale esclusione della prima squadra che azzererebbe il vincolo di tutti i giocatori andati a referto e libererebbe tecnici e atleti con l’annullamento di tutte le partite scatterà il 20 marzo al quindicesimo giorno di ritardo. L’assemblea dei soci convocata per la prossima settimana dovrà stabilire se pagare la rata FIP e provare a tappare qualche altra falla relativa ai lodi esecutivi per evitare ulteriori penalizzazioni (ufficiale il meno 5 per il 2019-20) cercando di capire se esistono le condizioni per ripartire eventualmente dalla B con nuove forze la prossima stagione, oppure staccare la spina e accettare l’esclusione dal campionato, augurandoci, in questo malaugurato caso che farebbe perdere 2 punti all’Orlandina ma non a Roma e Rieti sconfitte dai senesi, che in futuro il basket a certi livelli non venga riproposto nella citta’ del Palio, protagonista di troppi scandali cestistici. Per portare un titolo sportivo di qualsiasi categoria col trasferimento di sede andranno comunque sanate tutte le morosità della Mens Sana per evitare la bocciatura del Consiglio Federale come accaduto nel luglio 2018 con il caso Reggio Calabria-Barcellona Pozzo di Gotto).