Home Attualita' Questa notte scatta l’ora legale: lancette avanti di un’ora

Questa notte scatta l’ora legale: lancette avanti di un’ora

397

Stanotte torna l’ora legale in Italia. Alle 2 di questa notte, posto che ci sia ancora qualcuno che vuole fare il passaggio durante la notte, le lancette degli orologi andranno spostate avanti di un’ora, alle 3. Si dormirà un’ora in meno durante la notte, ma le giornate, con l’arrivo della bella stagione, godranno più a lungo della luce solare.

Tuttavia, questa potrebbe essere una delle ultime volte in cui si subisce il passaggio tra l’ora solare e l’ora legale, dal momento che il Parlamento europeo ha appoggiato la proposta della Commissione di abolire il cambio tra ora legale e ora solare, a partire dal 2021.

È un argomento molto dibattuto dagli Stati membri, che continuano ad essere fortemente divisi sulla proposta avanzata dalla Commissione Ue lo scorso anno, e forse la fine del cambio d’orario potrebbe non arrivare mai.

L’idea di Bruxelles nasce, infatti, da una consultazione popolare che molti ritengono troppo limitata per essere rappresentativa dei 500 milioni di cittadini europei: si espressero solo 4,6 milioni di persone e l’84% disse di essere favorevole ad abolire il passaggio all’orario invernale perché causa di inutile stress fisico. Adesso anche gli europarlamentari affermano di voler mettere fine all’attuale sistema che, dal 1980, con una direttiva ha obbligato tutti gli Stati membri a portare le lancette un’ora avanti nell’ultima domenica di marzo e un’ora indietro nell’ultima di ottobre. 

Solo dopo aver trovato una posizione comune sulla proposta della Commissione, si avvierà il negoziato tra le tre istituzioni Ue, che porterà al testo definitivo della norma. Gli Stati membri manterranno il diritto di decidere il proprio fuso orario. La risoluzione del Parlamento sottolinea che i Paesi che decidono di mantenere l’ora legale dovrebbero regolare gli orologi per l’ultima volta l’ultima domenica di marzo 2021, mentre quelli che preferiscono mantenere l’ora solare dovrebbero spostare gli orologi per l’ultima volta l’ultima domenica di ottobre 2021.

La preoccupazione sul diverso regime che si andrà a creare quando ognuno deciderà il proprio orario, ha portato i deputati a chiedere che i Paesi Ue e la Commissione coordinino le loro decisioni affinchè non si creino gravi disordini nel mercato interno.