Home In primo piano Stipendi dei contrattisti di Capo d’Orlando, la CGIL dichiara lo stato di...

Stipendi dei contrattisti di Capo d’Orlando, la CGIL dichiara lo stato di agitazione

291
repertorio

E’ stata diramata una nota da parte dei rappresentanti sindacali della CGIL provinciale, in merito alla situazione degli stipendi non percepiti dai lavoratori in forza al comune di Capo d’orlando. Il documento, firmato da Giuseppe Lanza Cariccio, Mario Merlino, Antonino Pizzino, Antonello Lanza e Antonino Pizzino, è indirizzato sia al Prefetto di Messina Maria Carmela Librizzi, che al sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì. I sindacalisti dichiarano lo stato di agitazione e, contestualmente, inoltrano richiesta di tentativo preventivo di conciliazione. “Al fine di salvaguardare il diritto alla remunerazione dei dipendenti contrattisti del Comune di Capo d’Orlando”, si legge, “che non percepiscono lo stipendio dal mese di dicembre 2018 e che ad oggi nessuna rassicurazione e nessun impegno formale è stato assunto dall’Ente, attiviamo lo stato di agitazione di tutto personale non dirigenziale dell’Ente a causa del mancato pagamento spettanze dipendenti a tempo determinato da dicembre 2018 e dal mese di febbraio 2019 ai dipendenti di ruolo, I rappresentanti della CGIL Funzione Lavoro chiedono inoltre, lo sblocco della contrattazione decentrata integrativa per gli anni che vanno dal 2015 al 2018; il pagamento degli arretrati contrattuali 2016/2018, già dovuti a tutti i lavoratori, dal mese di giugno 2018 e contestano altresì la mancata applicazione del corretto esercizio delle relazioni sindacali e dei suoi strumenti contrattualmente previsti, quali la trasparenza, l’informazione ed il confronto.
“Si richiede a Sua Eccellenza il Prefetto un autorevole intervento, con l’istituzione di un tavolo di raffreddamento del conflitto”, conclude la nota.