Home Sport Coach Sodini gongola insieme ad un’Orlandina sempre più convinta

Coach Sodini gongola insieme ad un’Orlandina sempre più convinta

230

Nel dopo cavalcata sui piemontesi in casa Benfapp c’è sempre più convinzione di poterla spuntare in volata su una Virtus Roma contestata dai suoi tifosi, in preda ad una crisi di nervi e forse societaria visto che il suo presidente Toti è stato coinvolto nello scandalo dello stadio della capitale ed è lo stesso che qualche anno fa si autoretrocesse in A2. In 80′ ci si gioca i sacrifici di una stagione e se c’è giustizia dovrebbe essere proprio la squadra allenata da Marco Sodini a trionfare sul filo di lana perchè si è dimostrata indubbiamente la compagine più forte del girone Ovest.«Faccio i complimenti alla mia squadra per come ha approcciato alla partita – spiega il tecnico viareggino -. I primi quattro punti di Tortona sono due tiri aperti. La partita è durata tre minuti e mezzo, non c’è nient’altro da dire. Continuiamo a inseguire Roma, vediamo se si mettono paura. Adesso andiamo a Latina, sarà dura anche perché hanno preso una bella batosta in trasferta. Sappiamo di averci perso in casa con loro, e devo responsabilizzare la mia squadra perché le ultime due partite non saranno come questa. È chiaro che una vittoria come questa serve, ma quello di stasera non basta. Costruire una mentalità vincente significa abituarsi a vincere le partite. Noi abbiamo preso atleti potenzialmente di Serie A e giocatori giovani con grandi margini di miglioramento, che abbiamo visto che sono migliorati. È chiaro che sul nostro progetto, che è biennale, siamo in largo anticipo. Ci sono cose che vanno oltre il talento individuale, la tecnica, le caratteristiche specifiche di ogni ragazzo, e cioè che quello che gli sta attorno, tifosi, staff, Capo d’Orlando e tutto il resto riescono a metterli nelle condizioni di non essere dieci dita di una mano, ma due pugni».