Home Sport L’Orsa sbanca Torrenova nella finale di C Silver

L’Orsa sbanca Torrenova nella finale di C Silver

279

Dopo 12 vittorie consecutive, quarti e semifinale play-off compresi, la Cestistica Torrenova torna a perdere e lo fa sempre contro l’Orsa Barcellona che lo scorso 2 febbraio aveva inflitto alla squadra allenata da Jorge Silva l’ultima sconfitta e sempre al PalaTorre. Ai locali non è bastato un cuore immenso davanti ad un pubblico straordinario che nel finale non ha potuto impedire il ko per 69-73 al cospetto di una corazzata come l’ORSA Barcellona, la squadra probabilmente più in forma della C Silver siciliana, giunta all’atto conclusivo. Senza i fratelli Busco, out per infortunio, e con Arto fuori nel pre gara a causa di virus intestinale, la squadra di coach Silva lotta per 40’ ma viene battuta solamente nelle azioni conclusive da un Mancasola da 19 punti di cui 9 nel break finale. Sono 26 i punti di Bricis, fuori al 35’ per 5 falli, mentre la coppia Tonjann-Suraci chiude a quota 10. Il derby, giocato davanti al pienone del PalaTorre, non ha comunque tradito le attese mantenendosi sempre punto a punto. Giovedi alle 20.30 si replica al Palalberti, violato nella quinta d’andata da Torrenova, con i ragazzi del Longano che possono chiudere con il platonico titolo di campioni isolani che, nelle final four in programma a Roma l’1 ed il 2 giugno, vale l’accoppiamento con la vincente dello spareggio tra la seconda del girone sardo e la superstite di quello calabrese, mentre per Torrenova, in caso di ko, quasi sicuramente l’avversario sara’ Olbia che sta vincendo 2-1 sul Quartu S.Elena la finale play-off in Sardegna.
Cestistica Torrenova 69 ORSA Barcellona 73
Cestistica Torrenova: Munafò 3, Sgrò 3, Tonjann 10, Busco M. ne, Suraci 10, Serafino ne, Munastra 10, Gullo 7, Busco G. ne, Bricis 26. Coach: Silva
ORSA Barcellona: Legend 14, Selvatico 9, Opelevs 6, Alberione 3, Brusca ne, Vavoli 9, De Simone 3, Antoniani ne, Floramo, Cortina 2, Mancasola 19, Miranovic 8. Coach: Manzo
PARZIALI: 18-20, 39-41, 55-52.
ARBITRI: Parisi di Catania e Lorefice di Ragusa.