Home Politica Capo d’Orlando: Renato Mangano entra in consiglio

Capo d’Orlando: Renato Mangano entra in consiglio

175
cof

Si è riunito ieri alle 18 in seduta straordinaria il Consiglio Comunale di Capo d’Orlando, all’ordine del giorno la surroga del Consigliere dimissionario di minoranza Daniela Trifilò. Al suo posto, è quindi subentrato in consiglio il primo dei non eletti della lista “Muovi Capo d’Orlando – Uniti per crescere”, Renato Mangano. Di fronte al civico consesso, appurata l’assenza di motivi di ineleggibilità ed incompatibilità, Mangano ha giurato e preso il suo posto tra gli scranni della minoranza. “Sono emozionato ed orgoglioso di entrare a fare parte del Consiglio Comunale – ha dichiarato Mangano – adesso si lavora per la nostra Capo d’ Orlando”.

“Il mio è un ritorno alla politica attiva dopo undici anni dall’ultimo incarico ricoperto presso la Provincia Regionale di Messina con il ruolo di vice presidente dell’assise consiliare provinciale. – scrive Mangano in una nota – Affronterò questa nuova missione con grande entusiasmo e con la consapevolezza di affrontare una grave quanto indecifrata crisi finanziaria dell’ente locale”.

“Mi impegno a dare voce a chi non ha voce e di interpretare nella maniera più nobile gli interessi diffusi dei concittadini tutti, a prescindere dall’appartenenza partitica e dai pregressi schieramenti che si sono confrontati nell’ultima competizione elettorale per il rinnovo del Consiglio Comunale”.

“Lo stato di crisi politico-economico dell’attuale maggioranza Ingrillì è sotto gli occhi di tutti, caratterizzata da evidenti divisioni oltre che da eccessive quanto inutili personalismi finalizzati all’ottenimento di un posto al sole e dalla incapacità ad affrontare ed avviare a soluzione i problemi strutturali che naturalmente non possono essere addebitati esclusivamente all’attuale sindaco ma in concorso con le precedenti amministrazioni che si sono caratterizzate per una dissennata politica votata allo sperpero delle risorse pubbliche” – continua Mangano.

“Mi impegno a porre in essere, con il prezioso contributo della società civile, quanto necessario ed indispensabile per affrontare con serenità, determinazione e competenza: – l’efficientamento del servizio della raccolta dei rifiuti e dei servizi ambientali connessi, con l’obiettivo di premiare i cittadini virtuosi nella raccolta differenziata, mediante l’applicazione della “Tariffa Puntuale”, che rappresenta il superamento dell’attuale sistema impositivo in base alle dimensioni dell’immobile con la tariffazione dell’effettivo rifiuto conferito; – la rivisitazione del PRG per meglio armonizzare la gestione del territorio secondo una politica “green”che possa conciliare la bio sostenibilità con le legittime aspettative edificatorie dei cittadini e delle imprese, garantendo a tutti pari dignità di trattamento; – l’armonizzazione ed integrazione con il territorio dell’opera del secolo “Porto Marina di Capo d’Orlando”, per rilanciare lo sviluppo socio economico di Capo d’Orlando e dell’intero comprensorio dei Nebrodi, con particolare attenzione alla viabilità e mobilità in genere; – la promozione dell’occupazione sia giovanile che degli over 50 con una opportuna formazione e/o riqualificazione per un gratificante inserimento nel mondo del lavoro, senza trascurare la definitiva stabilizzazione occupazionale dei Lavoratori Socialmente Utili che a tutt’oggi, dopo oltre 20 anni di precariato, sono privi di una concreta prospettiva occupazionale”.

“Conclusivamente, per il perseguimento dei summenzionati obiettivi mi avvarrò della personale esperienza professionale maturata nell’ultra ventennale attività lavorativa svolta sia nel privato che nelle pubbliche amministrazioni, comunali, regionali e ministeriali” conclude il consigliere.