Home Cronaca Pestarono e rapinarono commerciante di Milazzo: condannati tre palermitani

Pestarono e rapinarono commerciante di Milazzo: condannati tre palermitani

255

Tre palermitani sono stati condannati per aver bloccato e malmenato in autostrada un commerciante di pesce di Milazzo che aveva fatto rifornimento al mercato ittico di Porticello. Il 29 giugno di un anno fa, nei pressi dello svincolo di Santo Stefano di Camastra il furgone su cui viaggiava il commerciante è stato fermato, l’uomo picchiato a sangue con un bastone e una chiave inglese e derubato del mezzo, di duemila euro in contanti e di un cellulare.
Sono stati i carabinieri della compagnia di Mistretta, in collaborazione con i colleghi di Bagheria, a condurre le indagini. Per Filippo Fazio, 46 anni di Bagheria, Francesco Asciutto, 33 anni di Bagheria, e Salvatore Calafiore, 40 anni di Aspra, arresti lo scorso 8 febbraio per “rapina aggravata, lesioni personali gravissime, aggravate dall’uso di corpi contundenti e porto di strumenti atti ad offendere”, sono arrivate adesso le condanne.
Il giudice Andrea La Spada ha condannato Francesco Asciutto a 6 anni di reclusione e 1.800 euro di multa, Salvatore Calafiore a 4 anni e 6 mesi di reclusione e 1.400 euro di multa e Filippo Fazio a 6 anni e 8 mesi di reclusione ed a 3.333 euro di multa, oltre al pagamento delle spese processuali.
Secondo l’indagine, si è trattato di un vera e propria spedizione punitiva per il mancato pagamento di un tonno rosso che, però, era stato sequestrato dalla Finanza. Il commerciante di Milazzo riportò lesioni permanenti al viso.