Home Attualita' Kart a S.Agata M.llo e Slalom a Novara di Sicilia per un...

Kart a S.Agata M.llo e Slalom a Novara di Sicilia per un fine settimana “rombante”

202

Fervono i preparativi per l’imminente Gran Premio kart città di Sant’Agata M.llo, gara dalle tradizioni molto remote che torna a corrersi in questi luoghi dopo parecchi anni. Un tuffo nel passato per chi ha ricordi lontani di go kart dall’aspetto molto diverso per loro essenzialità telaistica, ma che non mancavano di emozionare i numerosi appassionati dell’epoca. Proprio in questi giorni Sant’ Agata si è preparata al grande evento sportivo rifacendo il look al circuito con il nuovo asfalto nelle parti disastrate per favorire il regolare svolgimento delle gare e dare a piloti e team la possibilità di raggiungere le migliori prestazioni. Il circuito che sarà allestito domani, sabato 13 luglio, proprio sul lungomare, comprenderà due lunghi rettilinei, uno sulla via Enrico Cosenz su cui sarà ubicato lo start, l’altro su via Regione Siciliana che farà da ritorno, mentre la chiusura della pista si otterrà attraverso un breve tratto della via Roma e uno della via Campidoglio, per uno sviluppo totale di 670mt. Sempre domani si potranno effettuare le prove di allenamento che continueranno nella mattinata di domenica 14 luglio prima dell’appuntamento col cronometrato fissato alle ore 11,30 per stabilire le griglie di partenza. A differenza delle precedenti gare di questa stagione, non sono previste prefinali, l’interesse della manifestazione sarà dunque focalizzato sulle finali che cominceranno a partire dalle 15,00. Le categorie previste sono, la 60 minikart, la 100 amatoriale, la 125 Tag, la 125 kzn under e over, la 125 Day, la 125 Club, under, senior e over. Fra i piloti di spicco sono attesi i capolista delle attuali graduatorie di campionato: Mineo, Galioto, Aglieri Rinella, Cassarà, Sabella , Di Pisa e il trio di “big” Scurti, Moscarelli e Ranvestel grandi protagonisti delle prime uscite stagionali. Dopo il trittico di prove trapanesi comincia la fase più calda della serie regionale con la prima “puntata” in provincia di Messina il 13 e 14 luglio per poi tornarvi in autunno a Milazzo e in occasione delle finali di dicembre a Capo D’Orlando. Alla luce della prova di Valderice, l’ultima fin qui disputata, le classifiche appaiono ancora poco delineate, infatti se Gaspare Scurti in classe regina la 125 kzn under e Giuseppe Ranvestel in 125 kzn club over, rappresentano dominatori assoluti, nelle altre classi regna l’equilibrio in considerazione anche del fatto che sul finire del campionato si dovranno fare i conti con gli scarti e il doppio punteggio della prova conclusiva. Scurti al momento con 55 punti sopravanza il migliore dei suoi avversari Paolo Brusca di ben 27 punti, mentre Ranvestel autore di un tris di successi (60pt) può contare su un vantaggio di 23 punti su Gaetano Butera. Nella 125 kzn Over considerando in fuga l’attuale campione regionale in carica, Giuseppe Moscarelli a 52 punti, la lotta è fra gli inseguitori, Di Maio(32pt) Conti(30pt) e Cianciolo(28pt) racchiusi in 6 punti, idem per Mario Sabella (50pt) in testa con distacco nella 125 Cub under, con i suoi avversari più vicini Butera e Fontana appaiati a 28. Lotta per il primato invece nella 125 Club Senior fra Antonio La Mantia e Rosario Di Pisa rispettivamente a 50 e 45 punti e nella 100 Amatoriale fra Antonino Galioto a 35 punti e Davide Corrao a 32. Quattro punti dividono nella classe 125 Day Mariano Cassarà(44pt) e Emilio De Luca(40pt) mentre nella 125 Monako kart Santo Virzì sopravanza Claudio Giuliano di una sola distanza. Infine fra i giovanissimi della classe 60 minikart Mario Mineo vincendo le ultime due prove ha scavato un solco con i suoi 52 punti attuali rispetto all’autore del primo successo Benedetto Calì (35pt). “La varietà di gare presenti nella nostra regione garantisce un ottima palestra per i giovani che son sempre oggetto di particolare attenzione – spiega Armando Battaglia Delegato Regionale ACI Sport e referente Karting per la Sicilia – i circuiti cittadini sono teatri ad alto impatto spettacolare, pertanto richiedono attenzione ancora maggiore sugli aspetti legati alla sicurezza. I nostri piloti possono esprimersi a contatto diretto col pubblico. La professionalità degli organizzatori è fondamentale per garantire gli standard previsti per questa bella tipologia di gara”-. La stagione adesso ha preso un “trend “ ottimale dopo un inizio un po’ articolato per individuare le città con i requisiti idonei ad ospitare questo tipo di manifestazione, – ha dichiarato Gaspare Anastasi – deus ex machina dell’intera serie regionale, adesso siamo convinti di poter raggiungere numeri incoraggianti come per il settore pista, ad ogni modo abbiamo già oltre 110 protagonisti a punti in campionato, un esclusiva tutta siciliana dal momento che in chiave nazionale i cittadini non riscontrano lo stesso interesse che da noi dove riusciamo ad avere anche 3000 /4000 spettatori a gara”.
E domenica ecco anche lo Slalom di Novara che rappresenta uno dei momenti clou della stagione per rivoluzionare le graduatorie del Campionato Siciliano. Lo sanno bene gli oltre 120 iscritti che non si vogliono fare scappare l’opportunità di moltiplicare quanto riusciranno ad acquisire per 1,7 tanto è il coefficiente di cui godono giustappunto lo Slalom di Novara, il già disputato Sciacca Terme e lo Slalom Città di Avola. In quest’ottica si attendono grandi sfide in tutte le classi che sicuramente permetteranno di assistere ad uno spettacolo tanto più appassionante che si svolge nel comune annoverato tra i più belli d’Italia. Saranno presenti al 24° Slalom di Novare sulle Radical SR4 1600 gli alfieri della Tm Racing , il messinese Emanuele Schillace che avendo trionfato anche a Catelbuono continua nella classifica assoluta di campionato a scavare il solco fra se e i suoi avversari, e il catanese di Giarre Michele Puglisi che a sua volta ha incominciato la risalita in graduatoria primeggiando già nella Under 23. Ottimi passi avanti in classifica per Michele Poma , Giuseppe Giametta giunti a Castelbuono ai piedi del podio e per i vincitori di classe, Ignazio Bonavires in gruppo N, Pierlugi Bono fra le bicilindriche e Alessio Truscello in gruppo A, tutti attesi ad una immediata conferma. Con le Radical ma di cilindrata 1400 possibili outsider saranno Giuseppe Medica, Giuseppe Viriglio e Francesco Lombardo, Santi Leo e Salvatore Bellini mentre con le monoposto ci saranno Rosario Mineo sulla Reinard di formula 3, Girolamo Ingardia attuale secondo in campionato e Giuseppe Bellini entrambi su Ghipard. Oltre al già citato Puglisi fra gli under 23 hanno fatto pervenire la loro iscrizione Emanuele Burgio su Fiat 500 e Jerry Mingoia con la Renault Clio RS 2.0. Fra la folta schiera di piloti saranno al via Michele Ferrara su Peugeot 106 di gruppo E1 Italia e Alfredo Gianboi su Fiat X/19 di gruppo SS. Interessanti le partecipazioni di Rosario Cassiti anche lui su Fiat X 1/9 ma di gruppo E2SH 2.0 , di Kim Ciraulo su Alfa Romeo GT di classe S6 e di Giacomo Benenati con la Renault Clio 2000 di Gruppo N. Gradite come sempre le presenze femminili di Jessica Muccio anche lei su Clio 200 , Vincenza Allotta sulla Fiat 126, Alice Gammeri su Renault Clio Williams 2000 e della novarese Katia Di Dio su Fiat 127.