Home Sport Il Citta’ S.Agata grandi firme marcia veloce verso la serie D

Il Citta’ S.Agata grandi firme marcia veloce verso la serie D

263

L’inserimento scontato nel girone B ed il derby con il Milazzo nel primo turno di Coppa Italia di Eccellenza (domenica 1 al Fresina, l’8 al Marco Salmeri) sono i primi punti fermi di un’annata che dovra’ giocoforza vedere il Citta’ S.Agata targato nuovamente Pasquale Ferrara tentare la scalata alla serie D, grazie ad una dirigenza disposta ad aprire i cordoni delle borse e a un a tifoseria che con il nuovo stadio vuol tornare ad essere il 12o uomo. Nell’attesa fiocanno le amichevole con il 10-2 sul Rocca (tripletta per Giorgio Cicirello, doppiette per Russo e Genovese, a segno anche Iraci, Concialdi e Franchina) dopo il 6-0 sulla Polisportiva Acquedolcese (Cicirello, doppietta di Paolo Genovese, Crifò, Adriano e Di Bartolo). “Stiamo lavorando davvero bene, nonostante il caldo si stia facendo sentire, e proseguiamo secondo il programma ed ritmi che ci siamo dati – commenta soddisfatto Pasquale Ferrara -. Cerchiamo sempre di mettere più minuti possibili nelle gambe dei nostri ragazzi, alcuni dei quali ieri sono stati impegnati per 90′ altri invece per oltre un’ora. Dal punto di vista tattico stiamo provando diverse varianti, alternando la difesa a tre e a quattro, lavorando su varie alternative e soluzioni per il gioco che vogliamo proporre. In questa primissima fase di preparazione ciò che conta di più è mettere minuti nelle gambe, cominciare a conoscersi in campo e trovare le giuste distanze sul terreno di gioco. I carichi di lavoro sono importanti e dunque non mi aspetto certo adesso particolare brillantezza ma è fondamentale che già si comincino a provare tempi di gioco e di inserimento, e vari sistemi che potremo utilizzare”.
Intanto dopo il portiere Mannino, ex Camaro, e Cambria, ex Milazzo, la dirigenza del Città di S.Agata calcio piazza un vero e proprio colpo grosso di mercato, portando in bianco azzurro il forte esterno d’attacco Benedetto Iraci. Classe 1989, Benny Iraci lo scorso anno ha vissuto una stagione da assoluto protagonista nelle file del Canicattì, tanto da essere premiato con il “pallone d’oro” del calcio dilettantistico siciliano. Aveva iniziato la preparazione con il Licata, in vista del prossimo campionato di serie D ma ha poi optato per una strada diversa per ragioni strettamente personali. La società santagatese non si è dunque lasciata sfuggire l’occasione di portare in squadra il talentuoso giocatore palermitano, esterno di assoluta qualità ed esperienza, forte delle sue oltre 160 presenze collezionate negli anni in Lega Pro con le maglie di Paganese, Taranto, Potenza e Reggiana. “Sant’Agata è una delle piazze più importanti del panorama calcistico siciliano – ha detto Benedetto Iraci – con una società solida ed un gruppo di tifosi davvero spettacolari. Per motivi personali il campionato di serie D al momento era troppo impegnativo, mentre l’opportunità di giocare a Sant’Agata rappresenta per me davvero l’ideale. Molti non lo sanno ma col Sant’Agata già negli anni passati c’erano stati vari contatti, ma per un motivo o per l’altro non si era mai giunti a nulla di concreto. Adesso si sono finalmente create le condizioni giuste. Conosco diversi dei componenti di questo gruppo – conclude Iraci – pur non avendo mai giocato assieme con nessuno dei miei nuovi compagni, e posso dire che certamente possiamo fare delle ottime cose e poi c’è questo stadio nuovo che è davvero bellissimo ed importante affinché, speriamo, questa possa essere davvero l’annata giusta”. Entusiasta il presidente Antonio Ortoleva: “L’arrivo di Benny Iraci impreziosisce una rosa importante, figlia dell’infaticabile lavoro svolto dal ds Ettore Meli e dalla dirigenza tutta che mi onoro di rappresentare – commenta il presidente –. La città di S. Agata ci sta dimostrando quotidianamente che ha fame di calcio, per cui credo che lo slogan che abbiamo scelto per la nostra campagna abbonamenti “Una squadra, una città, una casa”, sintetizzi quanto fatto fino ad oggi dalla dirigenza, con l’allestimento di una squadra che ha dietro una Città ed una Casa, il “Biagio Fresina”!