Home Attualita' Cimitero di Milazzo: ecco i nuovi loculi ed il costo scende da...

Cimitero di Milazzo: ecco i nuovi loculi ed il costo scende da 3.500 a 1.300 €

163

Buone notizie in arrivo per i cittadini di Milazzo. La prima riguarda la disponibilità all’interno del Cimitero comunale di nuovi loculi per porre fine alla mortificazione di chi non riusciva più a trovare un posto e lasciare il congiunto nella sala mortuaria; la seconda, ancora più importante è la sostanziosa riduzione del costo del loculo stesso, che passa dai 3500 euro attuali a 1357 euro. 
Un abbattimento importante che il sindaco Giovanni Formica a conclusione della riunione di giunta che ha portato all’approvazione appunto del corrispettivo per concessione dei loculi, nonché dei criteri per l’assegnazione, ha voluto sottolineare con orgoglio, evidenziando “l’assurdità che sino ad ora chi doveva tumulare un familiare era costretto a uscire somme esorbitanti solo per poter disporre di un loculo”. 

“Quando si lavora con intelligenza e nell’interesse dei cittadini, arrivano le soluzioni – ha detto il sindaco –. Esistono tante modalità per la realizzazione dei loculi. Noi abbiamo optato per un modello che senza tradire le esigenze di qualità, ha permesso di abbassare in maniera significativa il costo della tumulazione. Troppe volte, infatti, abbiamo assistito alla disperazione delle famiglie che, già provate dal dolore per la perdita di una persona cara, hanno dovuto gestire l’ulteriore sofferenza di non poter fare fronte ad un esborso di quasi 3.500 euro soltanto per assicurare la sepoltura. Avere portato l’importo a poco più di 1300 euro è per noi una soddisfazione che ci ripaga delle critiche che abbiamo ricevuto per i tempi di realizzazione”. L’abbattimento dei costi è stato determinato dal fatto che rispetto al passato si è deciso di acquistare i loculi prefabbricati evitando dunque le spese di costruzione.

Una soluzione che sarà utilizzata anche in futuro e in tale ottica come confermato dallo stesso sindaco, presto si procederà all’acquisto di altri moduli per evitare le criticità che ci sono state in questi anni. Con questo blocco da 25 comunque, già installato e completo, si è riusciti ad assicurare sepoltura alle salme in attesa e di mantenere una dotazione che dovrebbe consentire per i prossimi mesi di evitare emergenze.