Home Cronaca Croazia, Eugenio Vinci morto a causa di avvelenamento da monossido di carbonio

Croazia, Eugenio Vinci morto a causa di avvelenamento da monossido di carbonio

930

La morte di Eugenio Vinci è legata ad un avvelenamento da monossido di carbonio, anche se la causa effettiva del decesso sarebbe da ricondurre al forte colpo alla testa a seguito di una caduta in bagno. E’ quanto è emerso dall’autopsia effettuata sul corpo del 57enne santagatese deceduto due giorni fa a bordo di un’imbarcazione noleggiata in Croazia dove si trovava con un gruppo di amici per una vacanza. Inizialmente si era ipotizzata un’intossicazione alimentare, ma già dopo poche ore si era paventata la possibilità di una diversa causa della morte di Vinci individuata, appunto, in un probabile malfunzionamento dell’impianto di condizionamento dell’aria all’interno del caicco. Gli altri occupanti a bordo dell’imbarcazione, avrebbero solo parzialmente subìto l’inalazione poiché dagli accertamenti effettuati dalle autorità croate, proprio dalla cabina occupata da Vinci, dal di lui figlio e dalla compagna e dalla figlia di quest’ultima, sarebbe partito il guasto che ha provocato la tragedia. Secondo la ricostruzione la vittima, colta da malore, si sarebbe recata nel bagno, avrebbe perso i sensi sbattendo violentemente il capo contro la vasca da bagno. A dare l’allarme Bruno Mancuso – che è medico – e un altro professionista odontoiatra a bordo anche lui con la moglie, a rendersi conto della gravità della situazione e a prestare i primi soccorsi soprattutto alla compagna di Vinci e ai loro bambini le cui condizioni sono stabili, ma pur sempre gravi. Sono infatti ricoverati nel reparto di terapia intensiva di Spalato mentre gli adulti del gruppo sarebbero stati tutti dimessi dall’ospedale in quanto fuori pericolo. Al momento non si conosce la data del rientro della salma di Vinci in Italia; la situazione è costantemente monitorata dal Ministero degli Esteri e dal Consolato italiano in Croazia.