Home Attualita' Vertenza Rifiuti: la minoranza si schiera a tutela dei tecnici

Vertenza Rifiuti: la minoranza si schiera a tutela dei tecnici

174

Prosegue la bagarre sulla questione rifiuti a Capo d’Orlando e nella lotta tra il Comune e la società di gestione Multiecoplast si inserisce anche la minoranza consiliare che per tramite dei suoi rappresentanti, Renato Mangano, Sandro Gazia, Alessio Micale e Angiolella Bottaro, attacca entrambe le parti ree di non aver tutelato i tecnici amministrativi. 

“Incredulità e sgomento per l’arrogante comportamento tenuto dalla Multiecoplast-ATI che invece di riscontrare la richiesta di chiarimenti e documenti sollecitata dagli uffici comunali, impegnati nella verifica dei servizi non resi e nel controllo delle clausole contrattuali, si trincera dietro un assordante silenzio e, coupe de theatre, preannuncia una citazione per danni nei confronti dei dipendenti comunali Gugliotta e Bontempo”.

“Le incomprensioni tra il Comune di Capo d’Orlando e il raggruppamento d’imprese che gestisce i servizi ambientali sarebbero state scongiurate, in buona parte, se quest’ultimo avesse prodotto puntualmente quanto richiesto dagli uffici e in particolare, la” Carta della Qualità dei Servizi – Consultazione – Verifica – Monitoraggio”, completa del calendario per “le periodiche consultazioni con le associazioni dei consumatori e delle obbligatorie verifiche periodiche sull’adeguatezza dei parametri quantitativi e qualitativi del servizio offerto” nonché gli “Ordini di Servizio Settimanali” e i “Rapporti di Servizio Giornalieri”, peraltro già offerti con la proposta migliorativa al bando di partecipazione per l’ affidamento dei servizi ambientali”.

“Invero la proposta migliorativa recitava:”attraverso il raffronto degli “Ordini di Servizio” con i “Rapporti di Servizio”, la Stazione Appaltante potrà controllare, sia preventivamente che a consuntivo l’attività svolta dall’appaltatore e l’insieme dei servizi erogati, in quanto con i rapportini di servizio quotidiani sarebbero stati riepilogati i servizi svolti, indicando orario di inizio e fine lavoro, la composizione della squadra di lavoro, il mezzo utilizzato, i Km percorsi, la zona di intervento,la tipologia di rifiuto raccolto, l’impianto di scarico o il mezzo di trasbordo, le zone spazzate, manualmente e meccanicamente, le eventuali anomalie riscontrate e altre informazioni”.

“Nel rinnovare la solidarietà e stima professionale ai tecnici comunali che sin dalla rimodulazione dell’ufficio Rup si sono distinti per la puntuale e articolata contestazione dei servizi non resi, rispetto a quelli contrattualmente previsti, prendiamo le distanze dall’incomprensibile comportamento “pilatesco” del sindaco Ingrilli, che a tutt’oggi non ha preso posizione a tutela degli amministrati”.

“Pertanto la minoranza consiliare a tutela dei legittimi interessi dei cittadini orlandini, vessati dalle esorbitanti tariffe sui rifiuti solidi urbani, a fianco dei dipendenti comunali Gugliotta e Bontempo, ha assunto l’impegno di tutelarli mettendo a loro disposizione un pool di avvocati amministrativisti che hanno dato la loro gratuita disponibilità ad assisterli nelle sedi deputate”.