Home Attualita' Rocca di Caprileone, “La Dolce Federica” vince il concorso “La farmacia in...

Rocca di Caprileone, “La Dolce Federica” vince il concorso “La farmacia in uno scatto”

653
La foto vincitrice realizzata da Sebastiano Bellomo

Lo scatto fotografico intitolato “La dolce Federica” ha vinto la terza edizione del concorso “La farmacia in uno scatto” bandito dalla fondazione Crimi, con sede a Galati Mamertino.
A relizzare l’immagine è stato il fotografo Sebastiano Bellomo, originario di Sant’Agata Militello, ma da anni residente con la moglie e la figlia a Campofelice di Roccella. La premiazione è avvenuta nel corso della convention organizzata a Taormina dal titolo “Pharmaevolution 2019 crescere con la farmacia”.
La foto ritrae Federica Calà, dieci anni, e la madre Laura Portale.
La piccola convive da nove anni con la Smard 1, una malattia neurodegenerativa per la quale non sono ancora state approntate cure efficaci. La stotia di Federica è balzata più volte agli onori delle cronache nazionali, grazie a una serie di eventi di sensibilizzazione organizzati sia dal padre, Davide Calà, che dalla signora Laura in collaborazione con i tantissimi amici della famiglia che, negli anni, si sono mobilitati a qualsiasi titolo per aiutare la ricerca e informare l’opinione pubblica circa i risvolti anche sociali che la malattia ha provocato negli anni.
Nell’estate del 2016 è anche nata un’associazione “La Dolce Federica Onlus” con l’obiettivo, tra gli altri, anche di raccogliere fondi per la ricerca da destinare a vari istituti nazionali che si occupano di malattie cosiddette, “incurabili”.
Il premio è stato consegnato dalla dottoressa Marilena Agosta, farmacista e amministratore delegato DM Barone, insieme al presidente di Federfarma, Marco Cossolo; al segretario nazionale Roberto Tobia e al segretario nazionale FOFI, Maurizio Pace.
Gli scatti sono stati giudicati dalla giuria composta da Marilena Agosta, farmacista; Salvo Presti, regista; Silvestre Buscemi, direttore del dipartimento Stebicef Unipa; Alba Triscari, studentessa in farmacia all’Università di Messina; Daniele Rossaro, amministratore delegato Delarom; Gioacchino Nicolosi, presidente Federfarma Sicilia e Rocco Crimi, farmacista e presidente della fondazione Crimi.