Home Attualita' Torrenova: differenziata all’80% in un anno di TARIP

Torrenova: differenziata all’80% in un anno di TARIP

216
Salvatore Castrovinci

“Dopo tanto lavoro e una vera e propria scommessa, la nostra Amministrazione raccoglie con estrema soddisfazione e a meno di un anno dall’istituzione della TARIP, straordinari e incoraggianti risultati”. Così esordisce il Sindaco di Torrenova Salvatore Castrovinci presentando i dati di quasi un anno dall’adozione della Tariffazione sui Rifiuti Puntuale. Ovviamente il plauso del primo cittadino va in primis al contributo e alla sensibilità dimostrata dai cittadini nel seguire con scrupolo la differenziazione dei rifiuti.
“La drastica riduzione della frazione indifferenziata ci ha consentito un risparmio di 6.000,00 euro al mese per il trasporto dei rifiuti in discarica. La considerevole riduzione del conferimento della frazione indifferenziata ci consente un ulteriore risparmio di 5.000,00 al mese su quanto dovuto al soggetto gestore della discarica a titolo di costo di conferimento; questo trend ci consentirà un risparmio annuale di oltre 150.000,00 euro. L’introduzione della TARIP e il conseguente incentivo alla differenziazione ha determinato l’aumento delle quantità di vetro, plastica, carta e cartone: ciò consente all’ente comunale di avere introiti importanti dai consorzi di filiera di recupero. Per tale ragione il Comune riesce ad abbattere il costo dello smaltimento dell’umido che, così, non viene conteggiato in bolletta ai cittadini. E con una punta di orgoglio ci sembra che ciò possa essere considerato un unicum a livello nazionale”.

Infine, un ultimo dato entusiasmante per Castrovinci è quello che riguarda la differenziata: “siamo partiti da una percentuale di differenziata del 50%, e dopo l’introduzione della TARIP siamo arrivati all’80%”. Inoltre, tiene a sottolineare il primo cittadino “la bollettazione di importi notevolmente ridotti rispetto al passato ha permesso un maggiore incasso perché è chiaro e comprovato che quando si abbassano le tasse la gente paga”.