Home Cronaca Barcellona Pozzo di Gotto, detenuto torna ai domiciliari dopo una verifica sul...

Barcellona Pozzo di Gotto, detenuto torna ai domiciliari dopo una verifica sul braccialetto elettronico

392

Nuovamente disposti, dopo due mesi di carcere, gli arresti domiciliari per Agostino Milone 50 anni, condannato in primo grado a 12 anni nel processo Gotha 7.

Il provvedimento restrittivo – ma più leggero rispetto alla detenzione in cella – arriva dopo la sentenza del Tribunale del Riesame. Annullata quindi l’ordinanza della Corte d’Appello con cui era stata disposta la carcerazione dell’uomo per una presunta manomissione del braccialetto elettronico a cui era sottoposto.

All’uomo erano stati concessi i domiciliari dopo una perizia medico-legale in cui si attestavano i problemi di salute dell’imputato incompatibili con la carcerazione, pertanto, gli era stato imposto l’uso del braccialetto elettronico nella sua abitazione di Gala.
Il 21 ottobre scorso i carabinieri hanno registrato un’assenza di segnale dello strumento, interpretata con un tentativo di manomissione dello stesso braccialetto elettronico. Dopo le indagini e la segnalazione all’Autorità Giudiziaria, i giudici messinesi hanno disposto la scarcerazione dell’imputato dopo aver appurato che si era trattato di un problema di collegamento per il dispositivo, escludendo quindi l’ipotesi di una manomissione.