Home Sport L’Orlandina perde derby e faccia

L’Orlandina perde derby e faccia

329

La peggiore Orlandina versione interna dell’era Sindoni torna con i piedi ben saldi per terra dopo due vittorie consecutive che avevano illuso sui reali obiettivi di questa squadra che non possono che essere salvezza. I paladini vengono umiliati a domicilio da Trapani per 47-77. Brutta gara per i biancoazzurri, che restano in partita solo per due quarti: un secondo tempo deficitario, con soli 18 punti segnati, permette a Trapani di portare a casa agevolmente il derby. Molti errori al tiro per i ragazzi di coach Sodini: il 15/40 da due e addirittura l’1/12 da 3 punti sono numeri che rivelano la pochissima efficacia offensiva in questa importante partita. Nessun singolo spicca tra gli altri, unico in doppia cifra Brice Johnson con 17 punti e 14 rimbalzi, 9 per Laganà, 7 per Lucarelli. Out Bellan a causa di un problema al polso riscontrato nella gara contro Torino di domenica scorsa. Sconsolato coach Sodini alla fine in conferenza stampa, dove dichiara il suo profondo dispiacere per la sconfitta e per come sia giunta. Prossima gara per i biancazzurri domenica 12 in trasferta a Rieti. Passiamo alla cronaca dell’incontro. Il quintetto scelto da coach Sodini per iniziare la gara è composto da Laganà, Kinsey, Lucarelli, Mobio e Johnson; out Bellan per un problema al polso. Coach Parente risponde con Palermo, Spizzichini, Corbett, Mollura e Renzi. I primi punti dell’incontro sono griffati Spizzichini, risponde Mobio con una portentosa bimane con fallo subito, ma i primi minuti scorrono via con tanti errori da una parte e dall’altra: 5-4 Orlandina dopo 4′. Si scatena però Corbett che con 7 punti in fila costringe Sodini al timeout sul 5-11 al 6′. Il minuto di sospensione però, almeno inizialmente, non produce effetti e Trapani va sul +9, poi un canestro di Johnson ed uno di Laganà riportano l’Orlandina in carreggiata e il primo quarto termina 11-16 per Trapani. Il secondo quarto inizia con due ganci sottocanestro, uno di Brice Johnson, l’altro di Nwohoucha. Trapani scappa a +10 (15-25), Querci segna una tripla dall’angolo importante per ridare fiducia ai suoi, Palermo rende pan per focaccia, Laganà invece sigla un gioco da tre punti con fallo dello stesso Palermo. Renzi e Mollura portano Trapani al massimo vantaggio sul 24-35 al 17′: altro timeout di Sodini. Johnson segna in avvitamento, ma ancora Corbett da tre punti porta i suoi sul +13. Un libero di Palermo e un canestro e fallo di Lucarelli fissano il punteggio del primo tempo sul 29-39. La partita riprende con un libero di Johnson, un canestro di Palermo e una tripla di Renzi per il 30-44. Le polveri sono bagnate da ambo i lati per oltre metà quarto e a muovere di nuovo il tabellone è Corbett e con Renzi e la tripla di Spizzichini Trapani vola sul massimo vantaggio, +21 (30-51). Coach Sodini ferma il gioco per parlare coi suoi e al rientro dal time-out è Lucarelli a sbloccare i suoi, fermi ad un solo punto segnato in 8 minuti. Con un altro break firmato Corbett e Renzi, Trapani va all’ultimo mini-intervallo sul +23 (32-55). Cambia il parziale ma non la musica e in avvio di ultimo quarto Renzi e Spizzichini portano i granata sul +28 (32-60). Kinsey ci crede ancora e prova a caricarsi sulle spalle i suoi, ma le triple di Pianegonda, Palermo e Corbett fanno sprofondare l’Orlandina sul -35 (39-74). Laganà, Kinsey e Mobio correggono il loro tabellino personale, Mollura la mette da tre e il 2/2 di Johnson chiude la gara sul 47-77.
ORLANDINA 47 TRAPANI 77
ORLANDINA: Lagana’ 9, Kinsey 6, Lucarelli 7, Johnson 17, Mobio 5, Bellan ne, Querci 3, Donda, Neri, Galipò, Ani, Triassi ne. Coach Sodini.
TRAPANI: Mollura 7, Spizzichini 8, Corbett 22, Renzi 16, Palermo 9, Nwohuocha 4, Bonacini 1, Ceparano 2, Pianegonda 4, Dosen 4. Coach Parente.
ARBITRI: Boscolo di Chioggia (VE), Maffei di Preganziol (TV) e Patti di Montesilvano (PE).
PARZIALI: 11-16, 29-40 (18-24), 32-55 (3-15), 47-77 (15-22).