Home Sport Elmore regalo per Sodini che ora aspetta il lungo, forse uno tra...

Elmore regalo per Sodini che ora aspetta il lungo, forse uno tra Diliegro e Janelidze

564

Torna l’entusiasmo insieme ai due punti in casa Orlandina con i tifosi che si stanno organizzando con pullman ed auto al seguito per invadere Porto Empedocle dove i paladini domenica troveranno un Agrigento deluso dal ko nel derby di Trapani. Ed al PalaMoncada esordira’ il nuovo acquisto visto che il ds Sindoni ha trovato in tempi rapidi il sostituto per Brice Johnson in quota stranieri, convincendo Jon Elmore, fresco di transazione a Trieste, a scendere in A2 da cui spera di avere un impatto statistico simile a quello che il giocatore ha avuto nel suo quadriennio universitario a Marshall. Il club siciliano ora è alla ricerca di un lungo italiano: salvo ripensamenti dell’esperto, ex Forli’, Dane Diliegro, che non ha manifestato interesse per la proposta siciliana, il nome più caldo potrebbe essere quello dell’altro ex triestino Giga Janelidze che però difficilmente si muoverà prima della prossima settimana. Anche Jon Elmore giunge dalla Pallacanestro Trieste di serie A, classe 1996, è una combo guard di 191 cm al suo primo anno in Europa dopo una carriera collegiale di tutto rispetto nella Marshall University, lo stesso college di una vecchia conoscenza orlandina come Tamar Slay, dove non è mai sceso sotto i 15 punti di media e nel suo anno da senior (2018/19) ha viaggiato a 20.2 punti, 5.1 rimbalzi e 5.1 assist ad allacciata di scarpe, tirando con il 39.3% dal campo ed il 36.3% da 3 punti. A Trieste Elmore in 17 partite ha realizzato 7.5 punti di media in 20.9 minuti di permanenza sul parquet, con un high di 20 punti contro la capolista Virtus Bologna. “Elmore è un giocatore di talento – dichiara il DS Peppe Sindoni – che innalzerà decisamente il nostro potenziale offensivo. A fronte delle cattive prestazioni della squadra abbiamo pensato di aggiungere un altro esterno capace di produrre punti e assist, garantendoci la pericolosità perimetrale che ci manca dall’infortunio di Matteo Laganà”.