Home Cronaca Anche le cosche madonite negli interessi della Mafia dei Nebrodi

Anche le cosche madonite negli interessi della Mafia dei Nebrodi

1031

Nell’inchiesta sulla Mafia dei Nebrodi, che due giorni fa ha portato all’arresto di 94 persone accusate, a vario titolo, di avere rapporti con la criminalità organizzata, sarebbe entrata anche la famiglia mafiosa di Polizzi Generosa, cittadina in provincia di Palermo.

L’occasione sarebbe stato un incontro avvenuto sui Nebrodi nel 2013 tra Antonio Giovanni Maranto, esponente del clan madonita e Vincenzo Galati Giordano di Tortorici, all’epoca considerato il reggente della famiglia dei Batanesi. La trasferta nebroidea sarebbe stata voluta da Francesco Bonomo, reggente del mandamento mafioso di San Mauro Castelverde.  

Il vertice tra i due esponenti era finalizzato alla pianificazione di estorsioni e di attentati a mezzi e terreni. Nello specifico, nell’ordinanza del Gip di Messina Mestroeni, si fa riferimento alla società Siar srl e all’impresa individuale Mammana.