Home Sport L’Orlandina più forte di Biella nel silenzio del PalaFantozzi ed è terz’ultima....

L’Orlandina più forte di Biella nel silenzio del PalaFantozzi ed è terz’ultima. Ma ora tutto si ferma

333

Seconda vittoria consecutiva per l’Orlandina Basket, dopo quella ottenuta con Treviglio lo scorso 16 febbraio, arriva il successo nel match contro Biella per 74-68, penultima gara della prima fase in attesa del recupero di giovedi alle 20.30 a Bergamo, coronavirus permettendo visto che domani dovrebbe arrivare lo stop ai campionati nel consiglio federale Fip convocato dal presidente Petrucci alle 17. Una gara giocata magistralmente in difesa dagli uomini di coach Sodini, che trovano in Elmore, Keller, Marco Laganà e Lucarelli le principali bocche da fuoco della serata. Da segnalare il rientro in campo, dopo 4 mesi di assenza, da parte di Matteo Laganà, out dopo l’intervento alla spalla. Le parole di coach Marco Sodini a fine gara: «Mi sento di fare i complimenti a tutti i protagonisti presenti al PalaFantozzi oggi, perché l’atmosfera era obiettivamente surreale. Difficile giocare in queste condizioni. La partita è stata intensa, dura, maschia con la nostra squadra che credo l’abbia vinta con merito. Ma tutto questo passa in secondo piano, perché oggi la situazione è in evoluzione e credo che obiettivamente si prenderanno delle decisioni. Quindi siamo contenti per quello che possiamo essere contenti, cerchiamo di fare il nostro lavoro con impegno e professionalità e lasciamo scivolar via questa cosa in maniera che chi di dovere prenda i provvedimenti che siano più opportuni per la salute pubblica. Credo che in questo momento sia l’unica cosa importante».
Orlandina Basket – Pallacanestro Biella 74-68 (24-18; 43-32; 54-46)
Orlandina Basket: Elmore 20, Keller 13, Mobio 8, Lagana Matteo, Querci, Ani ne, Laganà Marco 14, Triassi n.e., Bellan 5, Neri n.e., Donda 2, Lucarelli 12. Coach: Marco Sodini.
Pallacanestro Biella: Donzelli 4, Omogbo 8, Barbante 5, De Angeli 1, Bortolani 8, Saccaggi 11, Pollone 6, Lombardi 14, Massone 2, Polite Jr 9. Coach Paolo Galbiati