Home Sport Scafati sognava Marco Sodini ma il coach resta saldo alla guida dell’Orlandina

Scafati sognava Marco Sodini ma il coach resta saldo alla guida dell’Orlandina

345

In un campionato di A2 dall’inizio di nuova annata incerto e che perdera’ tra le altre Agrigento (destinata alla B) e Torino (candidata al ripescaggio in A), Scafati, nonostante l’opzione per la prossima stagione dopo il buon campionato scorso, non ha confermato il barcellonese Giovanni Perdichizzi, jolly comunque buono per ogni esigenza del bizzoso patron Longobardi visto che spesso è ricorso all’ex coach orlandino in corso d’opera per salvarlo dagli errori commessi. Il club campano ha chiuso la ricerca del nuovo capo allenatore firmando Alex Finelli dopo le prime fumate nere con Piero Bucchi (legato a Roma che, però, è vicina a rinunciare alla serie A, ma dovrebbe finire a Reggio Emilia), Lino Lardo, Massimo Cancellieri, che attende la formalizzazione la proposta dell’estensione da Ravenna dove comunque è vincolato senza uscite, e Marco Sodini, legato fino al 2022 con Capo d’Orlando e già obiettivo del patron nelle stagioni passate. “Anche Peppe Sindoni era gia’ dato a Treviso” sorride Sodini che ha voluto fortissimamente Capo ed a meno di disimpegno del club biancoazzurro o di una chiamata davvero importante restera’ saldamente al comando della regina di Sicilia all time, magari sdoppiandosi anche nel ruolo di manager per supplire all’addio del ds.