Home Attualita' Barcellona: il “Cutroni Zodda” non è più solo “CovidHospital”

Barcellona: il “Cutroni Zodda” non è più solo “CovidHospital”

153

Il Cutroni Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto non è più solo un “Covid Hospital”. Sono state, infatti, rimosse le insegne che da inizio pandemia indicavano la trasformazione del presidio ospedaliero. Adesso, uno dopo l’altro cominciano a riattivarsi i riparti messi in stand by per accogliere i pazienti affetti da Covid. E’ stata riattivata ieri l’Unità Operativa di Malattie Infettive con 10 posti letto, con dotazione di personale proprio. Il reparto in questione, tuttavia, non aveva smesso di essere operativo durante l’emergenza, bensì era stato riservato ai malati da Coronavirus che hanno avuto un decorso ospedaliero. Riaperta ieri anche l’Unità Operativa del Servizio Psichiatrico diagnosi e cura con 4 posti letto. Il quadro delle riaperture, programmato dall’Asp, si conclude poi con il trasferimento dall’Ospedale di Milazzo a quello di Barcellona dell’Unità operativa di Neurologia, con la riattivazione di 6 posti letto. La riapertura del reparto è prevista per lunedì 13 luglio. Restano tuttavia dubbi sulle riaperture che riguardano l’Unità di Chirurgia attualmente in debito di personale infermieristico, sull’Unità di Medicina e sul Servizio di Cardiologia. Non sarà riattivata nemmeno la Terapia Intensiva.