Home Sport E triplete fu per la Tyrrenium Gioiosa Marea

E triplete fu per la Tyrrenium Gioiosa Marea

275

Tra le societa’ che hanno beneficiato con merito delle fisiologiche decisioni post Covid c’è anche la Tyrrenium Gioiosa Marea che dopo anni di semina ha finalmente potuto godere dei premi che l’hanno ripagata dei sacrifici, del sudore, del lavoro e della voglia di fare gruppo. Per il club è arrivato addirittura il triplete con la promozione in Seconda categoria ed il trionfo nelle categorie Allievi e Giovanissimi. Insomma una stagione da record per la giovane società sportiva, che è riuscita nella storica impresa di aggiudicarsi tre campionati sui tre disputati. Un tris straordinario, oltre ogni più rosea aspettativa per il club tirrenico, tenendo conto inoltre che la prima squadra, al debutto nei campionati Lnd, guidata dal duo Scaffidi e Barnà, era composta in larga parte da Allievi e da calciatori locali provenienti dagli amatori dell’Arci Gioiosa, coinvolti con entusiasmo nel progetto. Un risultato che premia un lavoro di programmazione del direttore generale Tino Mastrolembo e dal vice presidente Mario Raffaele, concretizzato poi dalla grande organizzazione sul campo, fatta dai mister Nicola Pelleriti e Luigi Lonoce esperti di individual, al team manager Massimo Furnari, al mister Martin Calisto, capace con i suoi Giovanissimi di piazzare 12 successi su altrettante gare, agli istruttori Giovanni Spinella, Franco e Federico Molica, ai fondamenti collaboratori Tonino Ermito e Carmelino Spinella. “I complimenti – si legge nella nota del club – vanno certamente a tutta la dirigenza guidata dal presidente Mauro Merenda, con il supporto fondamentale dai tanti soci provenienti dall’Arci Gioiosa che, da subito e con entusiasmo, hanno condiviso questo progetto aggregativo”. Resta da vedere adesso quale sarà la scelta della società che, pur essendo scuola calcio élite da tre anni, a questo punto potrebbe puntare anche a qualcosa di più impegnativo. “Abbiamo fatto qualcosa di straordinario – commenta Mastrolembo – che nasce dall’unione di un gruppo di uomini che antepongo la passione sportiva ad ogni altra cosa. Abbiamo sempre dato il massimo sul campo con rispetto di tutti, nella convinzione che il lavoro possa ripagare sempre. Ci siamo piazzati in testa anche nella classifica Disciplina che, oltre a gratificarci particolarmente, testimonia la correttezza di un gruppo fantastico. Faccio i complimenti a tutti i dirigenti, allenatori, istruttori, genitori, tifosi e familiari e sponsor che ci hanno sostenuto in questi mesi, ma soprattutto ai ragazzi che hanno formato la famiglia Tyrrenium, dimostrando che con impegno ed entusiasmo si può andare oltre ogni ostacolo. Adesso è il momento di goderci questo straordinario risultato senza trascurare la fondamentale programmazione futura, tra cui i campionati regionali per entrambe le categorie. Un ultimo pensiero e una dedica va a tutti i bambini, costretti a rinunciare a causa del Covid alla cosa più bella del mondo: giocare. È con loro che vogliamo festeggiare questa gioia sportiva dedicando un pensiero a coloro che, a causa di questo virus, hanno passato momenti di difficoltà”.