Home Sport La Polisportiva Acquedolci sogna l’Eccellenza con Palmeri in panca

La Polisportiva Acquedolci sogna l’Eccellenza con Palmeri in panca

171

Acquedolci “rischia” di avere ancora la stracittadina anche in Eccellenza visto che la Lega sicula ha confermato i due gironi a 16 squadre pur in presenza di 33 squadre aventi diritto ma ha ricordato che, qualora dovessero liberarsi posti (sembrerebbe che 4/5 squadre non saranno ai nastri di partenza), le 14 squadre, delle 16 aventi diritto (escluse le due promosse-post Covid tra cui i cugini dell’Asd Acquedolci), classificatesi dal secondo al quinto posto nei quattro gironi di Promozione, hanno il diritto di chiedere l’accesso in Eccellenza così come in tutta Italia ben 31 club, oltre alle gia’ ripescate, hanno chiesto il ripescaggio in serie D. “Verranno presi in considerazione i criteri previsti dal comunicato nr 1 del 3 luglio 2019 – si legge sul suo profilo fb -, in riferimento ai quali verrà stipulata una graduatoria utile al salto di categoria. Viste le squadre aventi diritto, la Polisportiva Acquedolcese, avrebbe ottime chances in considerazione del fatto che si dovrebbero liberare alcuni posti in Eccellenza. C’è, comunque, tempo fino al 27 luglio e tutta la dirigenza, insieme allo staff tecnico, valuterà attentamente e deciderà se rimanere in Promozione cercando di disputare un campionato di vertice o chiedere subito il salto di categoria”. Intanto ecco le prime mosse e dopo l’addio di Giancarlo Ferrara, rientrato a casa con il Monreale, è arrivato l’ingaggio di mister Francesco Palmeri, ex, tra le altre, di Santangiolese, Iniziativa, Rocca, che da ultimo aveva aveva svolto la propria attività per la Figc. La società ed il mister sono già a lavoro per rinforzare la già competitiva rosa dello scorso anno, col chiaro obiettivo di essere protagonisti nel prossimo campionato di Promozione. Palmeri a caldo ha dichiarato: “innanzittutto ringrazio la dirigenza per la fiducia accordatami. L’obiettivo e senz’altro quello di far bene e soprattutto migliorare la posizione dello scorso anno, consci che dovremo battagliare con alcune società importanti come la Santangiolese ad esempio. Tuttavia il valore della rosa già a disposizione nonché degli ulteriori innesti individuati dalla dirigenza mi consentono di affermare che possiamo giocarcela con tutti ed in ogni campo”. Scontata la riconferma del preparatore atletico Prof Nino Volo, mentre il nuovo diesse è Benedetto Beringheli. Nei giorni scorsi, giocatori, staff tecnico e dirigenti, si sono ritrovati in un locale della zona tra clima sereno, tante risate e, soprattutto, tanta voglia di ricominciare. Da indiscrezioni interne, sembrerebbe che la società voglia puntare sulla base dei giocatori che hanno concluso egregiamente la stagione, ai quali si aggiungerebbero qualche juniores e tre/quattro colpi di spessore (uno per reparto).